DA OGGI MULTE “SCONTATE”
A CHI PAGA ENTRO 5 GIORNI.
LA SCHEDA CON TUTTI I DETTAGLI

ROMA – Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale e da oggi in vigore la norma inserita nel cosiddetto “Decreto del Fare” che prevede lo sconto del 30% sulle multe pagate entro cinque giorni a partire dalla data di notifica. A venire riformato è l’articolo 202 del Codice della Strada, con l’obiettivo che le amministrazioni locali possano incassare immediatamente, evitando i tanti ricorsi a Prefetti e ai Giudici di pace da parte degli automobilisti (molto spesso vincenti).

Il valore complessivo per i Comuni grazie ai verbali si aggira intorno a un miliardo e mezzo di euro ogni anno.

Lo “sconto” sulle multe interessa tutte le sanzioni previste dal Codice della Strada, fatta eccezione per quelle che prevedono una pena accessoria quale la sospensione della patente o la confisca del veicolo.

ATTENZIONE – Per ottenere lo sconto, al momento del pagamento della multa sarà obbligatorio riportare l’importo esatto (al centesimo!) della sanzione, già calcolata scontata – cifra comunque  indicata sullo stesso verbale. Altro dettaglio importante: sull’importo appunto scontato non viene applicato alcun arrotondamento e per complicare le cose in caso di pagamento inesatto si viene a perdere lo sconto ma anche il diritto al versamento in misura ridotta.

Ancora: non è previsto un ulteriore sconto agli automobilisti “virtuosi”. Sarà infine possibile pagare i verbali scontati anche via bonifico e con “moneta elettronica”: carte di credito e bancomat.

Ecco cosa cambia quando si prende una multa:

In caso di Verbale di Contestazione (rilasciato direttamente al cittadino) l’agente di Polizia locale indicherà nelle note del verbale l’ammontare della somma già ridotta del 30% (“È consentito il pagamento di € …… entro 5 giorni, pari al minimo ridotto del 30% come da informativa allegata al verbale”). Allo stesso tempo, verrà rilasciata un’informativa prestampata con le indicazioni per usufruire del pagamento ridotto in modo corretto.

Nel caso in cui l’Accertamento di Infrazione venga lasciato direttamente sul veicolo e dunque non in presenza del cittadino (per esempio per divieto di sosta), l’agente indicherà nei moduli la somma ridotta del 30%, pagabile entro 5 giorni. Inoltre, dalle note verrà cancellata la parte di frase qui di seguito barrata: “N.B. Se il versamento non sarà effettuato entro il termine anzidetto (oppure nel caso l’infrazione preveda la decurtazione di punti), al proprietario intestatario del veicolo verranno notificati gli estremi dell’infrazione con la sanzione pecuniaria di cui sopra, maggiorata delle spese di accertamento e di notificazione”.

In caso di Verbale di Notificazione a domicilio (tutte le sanzioni non pagate con Verbale di Contestazione o con Accertamento di Infrazione oppure per quelle violazioni accertate tramite dispositivi elettronici e telecamere), la notifica conterrà un’informativa che indica al cittadino la possibilità di ridurre la sanzione del 30%, se il pagamento è effettuato entro cinque giorni. Sarà, infatti, allegato un bollettino prestampato solo in parte, dove il cittadino indicherà la somma ridotta del 30%, cui è necessario aggiungere quanto dovuto per le spese di notifica e accertamento. Chi non volesse avvalersi di questa possibilità potrà comunque pagare entro 60 giorni dalla notifica utilizzando l’altro bollettino che verrà allegato già compilato in ogni sua parte.

Pubblicato in: Città, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati