DAVIDE VAN DE SFROOS A BARZIO,
FRANZ IL SUO “VIRGILIO”
PER LE RIPRESE DI TERRA&ACQUA

de sfroos barzio (21)BARZIO – Un insolito viaggiatore ha raggiunto quest’oggi l’altopiano valsassinese. Ad aggirarsi con fare timido e sguardo curioso, il cantautore laghée Davide Van De Sfroos.

Ad accompagnarlo un barziese d’adozione e un cicerone del luogo. Come moderni Virgilio e Beatrice, Francesco Villa (Franz del duo comico Ale & Franz), confessando il suo intenso legame con il paese, lo ha guidato tra i vicoli del borgo alla ricerca delle atmosfere più rustiche e caratteristiche.

Angelo Scandella, meticoloso narratore di storia barziese, ha invece preso a braccetto l’artista conducendolo alla scoperta dei gioielli locali, palazzi, racconti, belvedere, sino a raggiungere il ritiro del cantello a Concenedo, dove le nubi, diradatesi, hanno restituito la bellezza del fondo valle ed il fascino delle Grigne innevate.

Barzio, come altri comuni della Valsassina, partecipa al progetto Terra&Acqua di Lombardia, un diario di viaggio che si fa guida per un territorio magico. Le emozioni della musica e della poesia di Davide Van De Sfroos si fondono con la bellezza dei luoghi in chiave squisitamente folk. Folk non è dunque solo una sonorità, ma una filosofia che coniuga la passione per la ricerca di una storia passata e di un territorio presente ad un modo di vivere lento e sostenibile, così da poter tornare alle radici dell’essere assaporando quanto di meglio ci circonda.

Terra   Acqua leccoTerra&Acqua si sviluppa quindi come una fiction televisiva, una serie di documentari che arriveranno sugli schermi in coincidenza con Expo. Dopo le otto puntate dedicate alla sponda occidentale del Lario, la troupe di Dario Tognocchi sta dipingendo con lo stesso spirito le province di Lecco, Monza-Brianza e Varese.

La tappa valsassinese di Terra&Acqua comprenderà Premana, Cortenova, Primaluna e appunto Barzio. Oltre al cortometraggio con protagonista Davide Van De Sfroos, questi luoghi entreranno nel circuito degli itinerarifolk, una struttura multimediale pensata anche per la promozione turistica.

Cesare Canepari

 

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Valsassina, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati