DEGUSTAZIONE DI LUMACHE
ALLA MOSTRA SU DE CHIRICO.
ANIMALISTI: “ANACRONISTICO”

de chirico mostraLECCO – Verrà inaugurata sabato la mostra dedica a Giorgio De Chirico, iniziativa tra le più importanti dell’estate lecchese calata anche in ottica Expo. Un “installazione multimediale” capace di tradurre in immagini e in esperienza sensoriale l’omaggio che il pictor optimus ha tributato alla città dei Promessi Sposi, oltre a comprendere alcuni capolavori orginali e opere significative dell’artista.

La scelta di proporre ai visitatori anche la degustazione di lumache, coerente col viaggio di De Chirico a Lecco, non è però piaciuta all’associazione animalista Freccia 45 che parla di “arretratezza culturale e degrado specista”.

 

Spettabile redazione,
ho appreso che dal 13 Giugno al 20 Settembre 2015 si svolgerà a Lecco la mostra “Esperienze multisensoriali e percorsi multimediali a partire da un racconto del maestro della metafisica”. “A partire da uno scritto del 1939 di Giorgio de Chirico… L’esposizione ricostruirà il viaggio compiuto dall’artista che, partendo da Milano… si reca su quel ramo del lago con il pretestuoso scopo di mangiar lumache… In mostra alcuni capolavori originali di Giorgio de Chirico, ma soprattutto un’installazione multimediale… Verranno inoltre organizzate visite guidate per adulti e bambini e saranno proposti menù degustazione sulle lumache in collaborazione con il mondo della locale ristorazione.”

lumacheCon tutta l’ammirazione che si possa avere per l’artista in questione e con tutta la comprensione che si possa avere per il suo “pretestuoso scopo di mangiar lumache”, mi chiedo che cosa abbia spinto gli organizzatori a proporre il menù degustazione lumache, magari invitando i bambini e le bambine ad assaggiare questa “specialità”.

So che le lumache si mangiano, come si mangiano tante altre disgraziate specie animali ma credo che quei menù, più che essere una degustazione, siano un disgusto e un’idea anacronistica che gli organizzatori avrebbero potuto escludere da questo evento.

Migliaia di minuscoli animali saranno sacrificati nei prossimi tre mesi per soddisfare un “pretestuoso scopo” dando un esempio di arretratezza culturale e degrado specista.

Cordiali saluti.

Paola Re
Responsabile petizioni FRECCIA 45 Associazione per la protezione e difesa animale
www.freccia45.org

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati