DIMISSIONI NEL PARCO ADDA NORD.
AMBIENTALISTI: “LA POLITICA
METTA DA PARTE LE DIVERGENZE”

legambienteLECCO – Infuria la bufera sulle sorti del Parco Adda Nord a seguito delle dimissioni del presidente Agostino Agostinelli. Le associazioni WWF e Legambiente chiedono unite a gran voce che la politica eviti di fare del Parco il pretesto per uno scontro che invece è di altra natura.

Le dimissioni anticipate del presidente Agostinelli e di 3 su 5 dei membri del Consiglio di Gestione, hanno certamente aperto un periodo di pericolosa paralisi dell’attività dell’ente, che in questi anni ha comunque permesso di far rientrare all’interno del parco, e dunque sottoporre alla relativa tutela, centinaia di ettari di aree agricole, sottraendole alla speculazione divorante di molti Comuni.

Ecco dunque che si chiede alla politica di fare un passo indietro, di evitare inutili speculazioni e di collaborare, non solo tramite proclami, per garantire il miglior futuro possibile al Parco Adda Nord, costruendo un percorso che abbia quale obiettivo la tutela dell’ambiente e l’incremento del valore e della bellezza del nostro patrimonio agricolo e naturalistico, a vantaggio di tutta la collettività.

È infatti fondamentale che si proceda immediatamente all’avvio della variante del PTC del Parco, al fine di giungere ad una tutela che ricomprenda non solo lo storico territorio del Parco ma anche tutte le nuove aree acquisite dal 2015 e che la salvaguardia preserva ancora per poco tempo, ovvero solo fino a maggio 2017. Corollario necessario di questo piano dovrà poi essere la redazione di un apposito Piano di Gestione.

Inoltre non bisogna dimenticare l’impellenza di alcuni interventi sul territorio quali la riqualificazione ambientale della Palude di Brivio e la messa in sicurezza dell’alzaia lungo l’asta dell’Adda.

Infine le associazioni ricordano come sia di non secondaria importanza l’avvio di un Programma di Educazione Ambientale, necessario per dare la massima condivisione ai valori di tutela dell’ambiente che muovono i rappresentanti tutti delle scriventi associazioni.

WWF e Legambiente lanciano dunque un appello affinché tutti i soggetti interessati, messi da parte le proprie divergenze, assicurino agli ecosistemi preziosi del Parco Adda Nord la tutela che meritano.

Legambiente Lombardia
WWF Lombardia

Pubblicato in: Ambiente, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati