SICUREZZA E SOLIDARIETÀ:
DIPLOMA PER QUINDICI VOLONTARI.
A LECCO NASCONO I CITY ANGELS

LECCO – Arrivano in città i “City Angels”, i volontari che, occupandosi di solidarietà e sicurezza, si radicano ufficialmente sul territorio lecchese, consegnando i diplomi ai primi 15 angeli, che ricevono l’attestato proprio dal fondatore Mario Furlan alla presenza del sindaco Virginio Brivio e di monsignor Cecchin. 

visentin-quartaraAd illustrare quello che sta alla base del lavoro degli “angeli” ci ha pensato Gianni Quartararo, fondatore, insieme a Marco Visentin, dei City Angels di Lecco: “oggi hanno svolto l’esame 15 volontari di età compresa tra i 22 e i 49 anni, ma le attività sono già iniziate: siamo usciti già a Milano, dove abbiamo assistito i bisognosi offrendo loro cibo e coperte, e stamane abbiamo fatto una passeggiata a Lecco per capire quali sono le esigenze del territorio”.

I volontari, ha continuato Quartararo, detto “Seth”, agiscono in squadre composte da un minimo di tre ad un massimo di 5 elementi, organizzate in modo gerarchico: “Svolgendo sia attività di solidarietà che attività di sicurezza, è opportuno che ci proteggiamo tramite dei nickname, che oltretutto agevolano le operazioni in caso di omonimia. Il nostro obiettivo è quello di agire in sicurezza e infatti il caposquadra è sempre circondato dagli altri membri nel momento in cui si avvicina ad un bisognoso”.

I City Angels, quindi, sia forniscono aiuti concreti, come per esempio cibo e coperte ai clochard, facendo appello a bar e ristoranti o ricorrendo al passaparola per avere i beni necessari, sia intervengono collaborando con le forze dell’ordine: “ricordo però che siamo dei semplici cittadini, e non interveniamo mai direttamente se non in casi eccezionali”, ha concluso Quartaro.

furlanLa parola è poi passata al fondatore di City Angels, Mario Furlan, ” Stone”, che ha raccontato la sua esperienza: “ho sentito la “vocazione” ad aiutare concretamente chi ne avesse bisogno ventidue anni fa, quando lavoravo ad un giornale; non volevo solo riportare ciò che succedeva intorno a me, ma volevo impegnarmi concretamente per migliorare le cose”. Furlan ha poi continuato ricordando come City Angels sia un’associazione di volontariato diversa dalle altre, perché si occupa sia di solidarietà che di sicurezza: “scendiamo per le strade alla ricerca di persone da aiutare indossando il nostro basco azzurro, che rimanda ai colori dell’Onu, e le nostre maglie rosse, il colore della beneficenza”.

brivio-cecchin“Questi volontari sono una “manna” e sono il segno concreto del fatto che la nostra sia una città piena di solidarietà”, ha esordito Cecchin, che, prima di impartire la benedizione,  ha anche ricordato che a Lecco l’amministrazione, la realtà ecclesiale e i servizi sociali agiscano insieme.

In conclusione, ha preso parola il primo cittadino Brivio: “l’augurio che rivolgo ai City Angels è quello di essere un riferimento per i cittadini che, guardando al loro operato, non abbiano timore a collaborare con le forze dell’ordine”.

G. M. 

 

 

.

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati