È CRISI PER LA CALCIO LECCO:
IL LEVICO SI IMPONE IN RIMONTA
AL RIGAMONTI-CEPPI

striscione-battocchi-leccoLECCO – È sempre più crisi nera per la Calcio Lecco. In un Rigamonti-Ceppi quasi vuoto e in piena contestazione con la società l’undici di mister Marzio De Gaetano va sul 2-0 con il Levico Terme per poi dilapidare tutto, anche se pesano alcune decisioni arbitrali mal digerite dai padroni di casa. Finisce 3-2 per i trentini che colgono il primo successo in campionato.

La partita. Al 3’ Crocetti al volo di sinistra, il tiro è facile preda del portiere. Al 5’ cross di Riva preciso per Cardinio che svetta di testa e supera Nervo e regala la gioia al Rigamonti-Ceppi. Al 13’ Orlando stende appena fuori area Cali, l’arbitro estrae il rosso tra le timide proteste dei padroni di casa. Con un uomo in più i trentini spingono e, al 24’, un insidioso colpo di testa di Baido viene deviato in angolo da Martinez in extremis. Momenti di paura al 29’ per Mapelli, colpito alla testa in area avversaria, che si rialza dopo qualche secondo a terra, ma poi andrà in pronto soccorso per un sospetto trauma cranico.

Nel secondo tempo però i blucelesti raddoppiano quando Guitto gonfia la rete dopo pochi secondi dall’inizio della ripresa. Ma la gara si riapre all’8’ Tessaro riceve palla al limite dell’area e fa partire un rasoterra che Donnarumma sporca mettendo fuori causa il proprio compagno in porta. E tre minuti più tardi Baido pennella una punizione nel sette pareggiando i conti. Gli uomini di De Gaetano però protestano lamentando l’inesistenza del fallo. I blucelesti cercano in qualche modo di riportarsi in vantaggio, ma al 30’ Baido crossa in centro per Curzel che di testa non perdona. E un minuto dopo sono ancora gli ospiti ad avvicinarsi al gol con Bidje e ancora lo scatenato Baido. Al 33’ Malvestiti al volo scaglia un bolide che Nervo devia in angolo. La partita si incattivisce nel finale con colpi proibiti da ambo le parti, ma i blucelesti cercano il pareggio, anche se rimangono in nove a causa dell’espulsione di Guitto.

E al triplice fischio è crisi sempre più nera per il Lecco, che nemmeno in campo intravede la tranquillità.

LECCO – LEVICO TERME 2-3

LECCO (4-4-2): Martinez; Benedetti, Orlando, Mapelli (1’ st Malvestiti), Donnarumma; Matic, Riva, Guitto, Meyergue (17’ pt Garofoli); Cardinio (23’ st Rigamonti), Crocetti. All. De Gaetano

LEVICO TERME (4-4-2): Nervo; Filippini, Agosti, Pancheri, Perosin; Osti (8’ st Bidje), Bazzanella, Tessaro, Curzel (39’ st Faes); Cali (45’ st Micheli), Baido. All. Mezzanotti

Arbitro: Votta di Moliterno

Marcatori: pt 5’ Cardinio, st 1’ Guitto, 8’ Tessaro, 11’ Baido, 30’ Curzel

Note: ammoniti: Guitto, Bidje, Perosin, Crocetti. Espulsi Orlando al 13’ pt per aver interrotto fallosamente una chiara occasione da rete e Guitto al 36’ per  proteste

 

 

Pubblicato in: Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati