ECCO LA BOLLETTA INTERATTIVA:
LRH ANNUNCIA UN NUOVO
MODO DI LEGGERE I CONSUMI

LECCO – Da oggi, inquadrando il QR Code presente sul frontespizio di tutte le bollette idriche di Lario Reti Holding, si potrà accedere a un ambiente interattivo, progettato per migliorare la lettura e la comprensione dei consumi ma non solo.

La Bolletta Interattiva, a differenza del formato cartaceo, sfrutta lo spazio digitale per mostrare in modo innovativo e strutturato le informazioni delle utenze. Permette poi di accedere all’archivio delle proprie bollette, uno dei servizi più richiesti, a partire dalla prima bolletta interattiva verso quelle successive e di avere grafici, spiegazioni e consigli, sempre a portata di mano. Con la bolletta interattiva, i dati della fattura prendono vita tramite grafici, tabelle e animazioni che facilitano la lettura e consultazione dei dati. Inoltre, premendo il tasto ‘PagaSubito” sarà possibile avviare istantaneamente la procedura di pagamento online tramite PagoPA.

Il servizio è gratuito e completamente online, non richiede registrazione né download di app sul proprio telefono: è sufficiente scansionare con il proprio smartphone il QR Code che si trova in alto a destra sulla bolletta. In modo automatico si viene connessi all’ecosistema digitale di Lario Reti Holding per iniziare la navigazione: una tecnologia intuitiva e semplice, per assicurare un’informazione capillare a tutti i cittadini e consentire un accesso sempre più inclusivo, anche all’attivazione di servizi aggiuntivi quali la ricezione della bolletta via email.

“L’innovazione tecnologica ci offre oggi strumenti utili ed efficienti per migliorare e semplificare i servizi che offriamo tutti i giorni ai cittadini del nostro territorio – ha spiegato Vincenzo Lombardo, direttore generale di Lario Reti Holding – Per l’implementazione della Bolletta Interattiva, siamo partiti da tre concetti-guida: comunicazione, efficienza e soprattutto innovazione. Valori cardine che ci orientano nella sperimentazione di modalità per facilitare la comprensione della bolletta e rendere più fluida e trasparente la comunicazione con il territorio”.