EUROPEE 2014: ANCHE A LECCO UN COMITATO A SOSTEGNO DI TSIPRAS

TSIPRASLECCO – L’Altra Europa con Tsipras: questo il nome della lista nata dall’appello di Barbara Spinelli, Andrea Camilleri, Paolo Flores d’Arcais, Luciano Gallino, Marco Revelli e Guido Viale, a cui hanno aderito finora oltre 23 mila cittadine e cittadini; e tra questi, molti anche nella nostra provincia.

“Cittadini, attivisti e militanti lecchesi che si riconoscono nei valori della Sinistra hanno raccolto l’appello per la creazione di un progetto che dia voce alla società civile e alle associazioni, sostenendo alle prossime elezioni europee di maggio il rinnovamento proposto da Alexis Tsipras, leader della maggiore formazione di sinistra greca (Syriza) e candidato del partito della Sinistra Europea come presidente della Commissione”.

Si è infatti formato anche a Lecco il Comitato locale di sostegno. L’iniziativa è partita con la singola adesione di più di 150 persone che nella provincia di Lecco hanno sottoscritto il documento nazionale, e con la partecipazione attiva di circa una ventina di cittadini che hanno dato il via alle riunioni nel territorio.

“Le istituzioni europee possono sembrare distanti e le elezioni per rinnovare i nostri rappresentanti magari suscitano poco interesse – scrive il Comitato – , ma è ormai chiaro che i vincoli che ci vengono imposti si fanno sentire concretamente nella vita di tutti e l’unico modo per ripartire è cercare di cambiare questa Europa: un’Europa in cui ora la democrazia è messa all’angolo, e dove l’economia è governata dalla banca centrale e non dagli organi elettivi”.

“Immediata fine dell’austerità, l’espansione dei prestiti alla piccola e media impresa, lotta alla disoccupazione: sono questi i temi al centro del programma della lista per far uscire il nostro paese dalla crisi. Affrontare i problemi sociali che attanagliano i cittadini europei, e non solo quelli delle banche e della grande finanza. Ridiscutere il debito e i trattati, puntare sull’ecologia e superare le diseguaglianze fra il Nord e il Sud del Continente. Dobbiamo invertire la rotta dell’Unione Europea e ripensare lo sviluppo attraverso un grande piano di investimenti.

La sinistra italiana negli ultimi anni si è sempre divisa per personalismo e tatticismo. Vogliamo ricostruire un percorso unitario e coerente: aperto al dialogo, partecipato e democratico.

Anche nel nostro territorio, forze politiche come SEL e Rifondazione Comunista hanno già aderito al progetto, e si sono messe in gioco per sostenere una lista che vede protagonisti i singoli cittadini e che, per statuto, non permette la candidatura di “politici di professione”. Insieme vogliamo ridisegnare e gettare le basi in Italia per un’alternativa politica di sinistra competente, onesta e concreta, capace di confrontarsi con proposte innovative e coraggiose.

Ora è fondamentale che il sostegno attivo al progetto arrivi anche dai singoli cittadini, dalle associazioni, dai comitati, dai gruppi e dai partiti che vi si riconoscono perché il successo di questa lista è interamente affidato all’iniziativa partecipata, attiva e capillare della grande rete di realtà organizzate che in questi anni si sono battute nelle mille iniziative a difesa dei beni comuni, dei diritti, del lavoro e di una democrazia non fittizia e manipolata; contro i tentativi di stravolgere la Costituzione e contro le politiche di austerità che minacciano il welfare e decenni di conquiste sociali.

La nostra provincia è ricca di esperienze associative, ambientaliste, culturali e solidali che non possono restare isolate. Pensiamo al mondo del lavoro, devastato dalla crisi delle aziende, e alla nostra terra deturpata da cementificazione e inquinamento.

Ci rivolgiamo a chi è scoraggiato, chiedendo di crederci ancora una volta e a chi è impegnato nella cultura, nel mondo del lavoro o nell’ambientalismo, chiedendo di portare il suo contributo per rinnovare una politica stanca e autoreferenziale.

Il successo di questo progetto dipende da tutti noi e dalla nostra capacità di mobilitarci.

Cercheremo di promuovere molti incontri sul territorio, e stiamo pensando ad un’assemblea pubblica da fare al più presto prendendo esempio dalle province vicine. In ogni caso il comitato operativo di Lecco, che si riunirà martedì 4 marzo alle 20.30 presso l’associazione/negozio equo e solidale “L’Altra Via” di Calolziocorte, è aperto e rimarrà aperto anche alle adesioni dei cittadini e delle cittadine che vorranno partecipare”.

Per aderire all’appello nazionale il sito di riferimento è: http://www.listatsipras.eu/

Mentre per la nostra provincia è attiva una pagina facebook: https://www.facebook.com/CambiaresipuoProvinciaDiLecco e un contatto di posta elettronica: altraeuropacontsipras.lecco@gmail.com

 

 

 

Pubblicato in: Città, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti