EVENTI/LIBERI DALL’AMIANTO:
LE INIZIATIVE DEL GAM
PER LA GIORNATA DELLE VITTIME

LECCO – Passeggiando in questi giorni accanto alla statua del Manzoni, nella piazza di Lecco a lui dedicata, è possibile notare una pianta di Davidia Invulcrata. I suoi meravigliosi fiori bianchi e dalla forma insolita che ricorda quella dei fazzoletti rappresentano le lacrime versate da tutte le vittime dell’amianto, e dai loro cari, come recita la targa apposta sul monumento del Gruppo Aiuto Mesotelioma Odv.

La Davidia, pianta simbolo del Parco Eternot di Casale Monferrato, era stata donata al Gam e alla sua presidente Cinzia Manzoni che a sua volta, nel 2019, aveva voluto farne dono alla città quale “ricordo vivente” per non dimenticare appunto le persone scomparse a causa della fibra killer, purtroppo numerose anche a Lecco: il nostro territorio si colloca infatti al 47° posto sui 100 comuni italiani con più morti per amianto (dati Inail).

Da sempre attivo per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema e incentivare le bonifiche laddove sia ancora presente questo materiale altamente cancerogeno, il Gam propone alcune iniziative in occasione della Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto, cui sono invitati a partecipare cittadini e rappresentanti istituzionali.

Giovedì 28 aprile, alle 20.45 nella sala polivalente di via Luigi Tavola a Valgreghentino, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, si svolgerà il convegno “Liberi Dall’Amianto”, un’occasione preziosa per conoscere in modo approfondito il problema e come affrontarlo. Cos’è l’amianto e dove si trova? Quali pericoli per la salute e per l’ambiente? Cosa possiamo fare per smaltirlo in sicurezza? A chi può rivolgersi il cittadino per un supporto? A rispondere saranno la presidente del Gam Cinzia Manzoni, l’ingegnere Alberto Invernizzi (membro della sottocommissione tecnica del Gam) e l’avvocato penalista Paolo Erik Liedholm, componente di AFeVA (Associazione Familiari e Vittime Amianto) di Casale Monferrato.

Sabato 30 aprile, alle ore 16, si terrà invece un momento di raccoglimento e di omaggio alla memoria delle vittime al monumento in piazza Manzoni a Lecco, cui seguirà, alle 17 nella Basilica di San Nicolò, la messa in suffragio.

L’associazione vuole anche ricordare Michele Michelino, scomparso nella giornata di giovedì 21 aprile a Sesto San Giovanni.
“Con il suo Comitato per la difesa della salute nei luoghi di lavoro e nel territorio – dichiara commossa Cinzia Manzoni – ha collaborato con associazioni, professionisti e enti di tutta Italia per una nuova legge sul rischio ambientale pari a zero, per una nuova normativa sul riconoscimento delle malattie professionali e delle indennità e per processi più equi. È stato davvero un gigante nella lotta contro le morti nelle fabbriche, dedicando la sua vita a chiedere giustizia per i lavoratori vittime dell’amianto. Perdiamo un grande uomo e un caro amico”.

LEGGI ANCHE

ETERNIT/MONTE BARRO, CHIUSO UN TRATTO DEL SENTIERO N. 302. ECCO I PERCORSI ALTERNATIVI

 

Pubblicato in: Ambiente, Città, Cultura, Eventi, Hinterland, News, Sanità Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .