SULL’EX SCATOLIFICIO PAGANI
I 5 STELLE INTERROGANO: “AREA INQUINATA, PREVISTE ANALISI?”

pizzarotti 5 stelle - massimo rivaLECCO – Interrogazione del MoVimento 5stelle lecchese sulla situazione di degrado ed abbandono in cui versa l’area dell’ex-Scatolificio Pagani, “al fine di ricevere aggiornamenti sullo stato di avanzamento della convenzione nonché quali sono gli intendimenti dell’amministrazione nei confronti della proprietà dell’area per tutelare la salute dei cittadini ed il decoro urbano”.

La firma il capogruppo, Massimo Riva.

Ecco il testo integrale:

Al Sig. Assessore all’Urbanistica

Al Sig. Sindaco di Lecco

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale

INTERROGAZIONE URGENTE AI SENSI DELL’ARTICOLO 53 DEL REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: Area “Ex Scatolificio Pagani” – stato della convenzione, decoro e sicurezza dei luoghi

Il Consigliere Comunale Massimo Riva capogruppo in Consiglio comunale per il MoVimento5stelle

PREMESSO CHE

L’Area in oggetto si trova in stato di inutilizzo e trascuratezza, sebbene sia stata stipulata nuova convenzione urbanistica;

CONSIDERATO CHE

La trascuratezza dell’area oltre ad una evidente mancanza di decoro pone anche problematiche di carattere sanitario, visto il proliferare incontrollato della vegetazione nonché di animali ed insetti che la popolano, con conseguente pericolo dei cittadini che abitano nelle immediate vicinanze;

CHIEDE ALL’ASSESSORE COMPETENTE

a) di ricevere una breve cronistoria delle convenzioni che si sono succedute e di venire informati sullo stato avanzamento della convenzione vigente nonché sulla data presunta di inizio lavori;

b) se l’area è stata oggetto di indagine riguardante l’inquinamento del sottosuolo dell’ex sito industriale e quale esito hanno dato le eventuali indagini ambientali;

c) se sono previsti lavori di bonifica qualora le indagini abbiano dato esito positivo;

e) quali sono gli intendimenti dell’amministrazione nei confronti della proprietà al fine di contrastare l’evidente degrado e porre rimedio alla situazione di pericolosità dell’area.

Si richiede risposta orale ai sensi del Regolamento di funzionamento del Consiglio Comunale.

 

 

ò

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati