FINTO CARABINIERE AL TELEFONO
MA QUESTA VOLTA LE VITTIME
SENTONO PUZZA DI BRUCIATO

Anziana truffataLECCO – Ennesimo tentativo di truffa ai danni di anziani. Lo denunciano i carabinieri dopo che, ancora ieri, due pensionati lecchesi sono stati raggiunti da una telefonata di un sedicente militare – in realtà un malintenzionato – che chiedeva loro del denaro per aiutare un parente fermato in caserma.

“Alla coppia è stato chiesto del denaro al fine di evitare che un loro familiare che si sarebbe trovato presso una caserma dell’Arma incorresse in conseguenze di natura penale a seguito di un sinistro stradale” spiegano i carabinieri. La reazione delle vittime e la loro lucida richiesta di ulteriori dettagli ha spaventato il truffatore che ha chiuso la telefonata.

A tal proposito i carabinieri di Lecco rinnovano le raccomandazioni del caso:
– verificare sempre l’identità dell’interlocutore telefonico o di colui che bussa alla porta, contattando per una verifica immediata le forze di polizia per verificare la reale situazione prospettata;
– non aprire agli sconosciuti e non farli entrare in casa;
– diffidare degli estranei soprattutto se soli in casa;
– non dare soldi a persone non sconosciute.

In ogni caso, al fine di fugare ogni dubbio è opportuno sempre contattare l’operatore del numero unico di emergenza 112 e segnalare il fatto.

 

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .