GAMMA 1, GAMMA 2 E MEDALE.
INAUGURATE LE FALESIE
DOPO I LAVORI DELL’INVERNO

LECCO – Partiti il 22 settembre scorso, sono giunti al termine i lavori di manutenzione straordinaria e riqualificazione delle vie ferrate previsti nell’ambio dell’atto integrativo all’accordo di programma sulla valorizzazione delle falesie lecchesi. Sotto la lente le ferrate storiche di Lecco Gamma 1 (Pizzo d’Erna), Gamma 2 (monte Resegone) e Corna di Medale (monte San Martino).

L’accordo di programma originario, per la realizzazione del “progetto di valorizzazione delle falesie lecchesi”, sottoscritto nel 2015 da Regione Lombardia con Comunità Montana Lario Orientale e Valle San Martino, Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val D’Esino e Riviera, Comune di Lecco, Collegio regionale Guide alpine Lombardia, Provincia di Lecco e Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Lecco, oggi Como-Lecco, aveva a oggetto una serie di iniziative che, partendo proprio dal miglioramento della sicurezza delle falesie, favorissero la diffusione dell’arrampicata sportiva, quale volano per accrescere l’attrattività del territorio.

Le opere realizzate in questi mesi sono il frutto dell’atto sottoscritto a luglio dello scorso anno con l’adesione di Fondazione Comunitaria del Lecchese onlus, associazione Gruppo alpinistico Gamma Lecco e Gruppo alpini Monte Medale, e finanziate coi contributi stanziati da Comune di Lecco, (ente committente, 50.000 euro), Regione Lombardia (150.000 euro) e Fondazione comunitaria del Lecchese, (100.000 euro).

Ad eseguire i lavori la Geomont di Lecco (Gamma 1), dal raggruppamento temporaneo di imprese composto da Geoprotection di Mazzoleni Ulderico di Lecco, Panzeri Manuele di Ballabio, Panzeri Martino di Ballabio e Maggioni Giulio di Oliveto Lario (Gamma 2) e dall’associazione temporanea di imprese composta dalla Ecoval di Quart (AO) e dalla guida alpina Colzada Gualtiero (Medale).

Le vie ferrate in breve

La via ferrata Gamma 1 è una delle ferrate più caratteristiche delle Prealpi lombarde e offre un magnifico panorama sulla città di Lecco. Si sviluppa lungo la bastionata rocciosa del Pizzo d’Erna, presenta un notevole dislivello e offre alla fine del primo tratto verticale una via di fuga, che porta facilmente al Rifugio Stoppani [EEA – Difficoltà = D (difficile) – Dislivello ferrata: m 600 – Tempo salita: h 3.00 – Tempo discesa: h 1.30].

La via ferrata Gamma 2 è la più caratteristica ferrata delle Prealpi Lombarde, si sviluppa lungo le bastionate rocciose e le aeree creste del Dente del Monte Resegone, montagna simbolo della città di Lecco. Offre un magnifico panorama sul gruppo delle Grigne, sulla pianura e i laghi della Brianza. È stata realizzata nel 1981, dal Gruppo Alpinistico Gamma di Lecco. Itinerario molto impegnativo che richiede una buona dimestichezza con la tecnica d’arrampicata. Due le alternative per il ritorno, una solo per esperti [EEA – Difficoltà = TD (molto difficile) – Dislivello ferrata: m 600 – Tempo salita: h 4.00 – Tempo discesa: h 1.30].

La via ferrata Corna di Medale è spettacolare e si sviluppa nella parte sinistra della parete del Medale, proprio a picco sulla città di Lecco. Percorso molto esposto e faticoso, quindi per soli esperti. Tracciata nel 1981, si estende su un dislivello di 400 metri. L’itinerario offre un panorama che spazia su buona parte del lago di Lecco e la Val San Martino in maniera molto suggestiva [EEA – Difficoltà = D (difficile) – Dislivello ferrata: m 400 – Tempo salita: h 2.00 – Tempo discesa: h 1.00].

 

Pubblicato in: Città, Montagna, News, Sport, Turismo Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .