GIMAR, URANIA DOMINA GARA 1:
MERCOLEDÌ A LECCO LA SFIDA
PER CONTINUARE A SPERARE

Basket-Urania-Lecco-gara-uno-3-773x380MILANO – Niente da fare per la Gimar Lecco, che esce sconfitta dall’incontro milanese, prima gara utile per decidere i playoff. Gara 1 è senza storia: Urania Milano si impone nettamente 92-61 e mercoledì sera avrà il match-point per chiudere la questione e sigillare il passaggio. Una serata negativa per la Gimar Lecco, sia in attacco che in difesa: ora resta un solo risultato per non chiudere in anticipo la stagione. Tra tre giorni i lecchesi sono chiamati all’impresa per pareggiare il conto e giocarsi tutto nell’eventuale bella di domenica prossima, ancora al Pala Iseo di Milano.

A fare la differenza il dominio di Urania nel pitturato, col 71% al tiro da due e i 46 rimbalzi catturati (contro i 36 della squadra lecchese). Contro la zona dei padroni di casa i blucelesti hanno sfruttato malissimo gli spazi per colpire da tre punti, totalizzando un misero 7/36 (19%). In doppia cifra Balanzoni (19) e Cacace (13).

LA CRONACA

L’avvio è spettacolare su entrambi i lati del campo, con le percentuali che sfiorano il 100% nella prima metà del primo periodo. L’ex Negri segna i primi 9 punti della sua squadra, ma Morgillo e Balanzoni ci tengono a contatto. Fino alla tripla di Solazzi che vale il 16-17 al 5′. Poi, salgono in cattedra Santolamazza e Paleari e Urania scava il primo solco, che si traduce nel 26-19 alla prima sirena.

Il secondo periodo si apre col botta e risposta dall’arco tra Laudoni e Cacace. Eliantonio e Ferrarese spingono Urania sul +11, Cacace segna un’altra tripla, ma lo stesso Eliantonio risponde subito da due (35-25 al 4′) e il vantaggio in doppia cifra durerà fino a fine gara. Negri segna il canestro del +14 a 3′ dall’intervallo, Morgillo e Maccaferri provano a ricucire dalla lunga distanza, ma al 20′ Urania è in controllo sul 51-36.

Nel secondo tempo la musica non cambia. Paleari fa 58-38 al 4′, Cacace e Balanzoni fanno chiamare time-out a coach Villa, ma i padroni di casa continuano a macinare punti senza che i ragazzi riescano a contenerli in difesa. Laudoni e Ferrarese firmano il +27 a 2′ dalla terza sirena. I tiri liberi di capitan Quartieri “accorciano” sul 71-47 al 30′.

L’ultimo periodo non ha più nulla da dire. Urania tocca il +30 sulla schiacciata di Laudoni dopo appena 2′. La forbice si allarga a 3′ dalla fine col canestro di Scroccaro che vale il +35 (88-53). Chiude la gara la tripla di Riva per il 92-61.

Pubblicato in: Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .