GIORNATA DELLA PREMATURITÀ:
L’ASST LECCO ORGANIZZA
‘LA LEGGEREZZA IN UNO SCATTO’

LECCO – Si celebra il 17 novembre il World Prematurity Day, ovvero la Giornata Mondiale della Prematurità. L’ASST di Lecco partecipa all’iniziativa patrocinando il primo concorso fotografico La leggerezza in uno scatto intitolato alla neonatologa Cassandra Bettiga, prematuramente scomparsa. Un evento organizzato dalle associazioni di volontariato Patrizia Funes, TINnamoreraidime, Cuore di Maglie e il Gruppo di Auto Mutuo Aiuto ‘L’Abbraccio’.

Per partecipare al concorso fotografico basterà inviare la propria fotografia (in formato digitale e in alta risoluzione) entro il 30 novembre all’indirizzo mail tinnamoreraidime@gmail.com. Allegando anche una sintetica descrizione della stessa. Le foto selezionate verranno pubblicate sulla pagina Facebook dell’associazione TINnamoreraidime, e successivamente saranno esposte in una mostra presso la hall dell’Ospedale ‘Alessandro Manzoni’ di Lecco dal 1 dicembre al 6 gennaio 2023.

“Attualmente l’assistenza e la cura dei neonati pretermine ha raggiunto livelli di altissima specializzazione raggiungendo risultati di sopravvivenza del prematuro fino a pochi anni fa insperati – ha detto Paolo Favini, direttore generale ASST Lecco -. La Neonatologia e Patologia Neonatale si occupa dell’assistenza perinatale e del completamento del percorso nascita e assistenza per tutti i livelli per neonati con patologia intermedia e grave all’interno di una area di cura nella quale creare condizioni assistenziali particolarmente favorevoli per quanto riguarda l’efficienza e l’efficacia delle cure, secondo i principi dell’assistenza centrata sulla famiglia. La TIN della nostra ASST è centro di riferimento d’eccellenza tanto da essere riconosciuta da Regione Lombardia per il trasporto neonatale con elisoccorso su tutto il suo territorio”.

“La giornata mondiale della prematurità è, ogni anno, un’occasione per un pensiero attento e consapevole a un problema piuttosto comune, ma dall’impatto sociale e sanitario notevole – le parole di Roberto Bellù, direttore del Dipartimento Materno Infantile ASST Lecco -. Il miglioramento delle cure ostetriche e neonatali ci permette di guardare al problema, senza dimenticarne le possibili conseguenze, con più serenità e leggerezza rispetto al passato, per cui è utile e bello rivivere insieme alle famiglie molte storie di nati pretermine. Quest’anno con le associazioni che sostengono la Terapia Intensiva Neonatale della nostra ASST celebriamo la giornata condividendo non solo i racconti ma soprattutto le immagini, ispirate al tema della leggerezza, che ci riporta sia alla fragilità dei nostri piccoli neonati sia, d’altro canto, ad uno stato d’animo più ottimista e pieno di speranza. Ma quest’anno particolare significato assume anche il fatto di condividere queste esperienze nel segno e nel ricordo di Cassandra Bettiga, una collega brava, stimata e amata da tutti, che aveva fatto del suo lavoro un impegno di vita a favore dei più piccoli e dei più fragili, sempre con quella serietà ma anche con quella leggerezza che caratterizzava il suo sorriso”.

“Il 17 novembre l’associazione Tinnamoreraidime a sostegno del reparto di Terapia Intensiva Neonatale, dei bambini ricoverati e delle loro famiglie spegne la sua prima candelina proprio in occasione della Giornata Mondiale della Prematurità – ha dichiarato Chiara Frigerio, presidente dell’Associazione TINnamoreraidime -. È passato solo un anno dalla fondazione dell’associazione ma sono state tante le iniziative messe in atto, le collaborazioni con il reparto ed i rapporti creati tra genitori. Vogliamo abbracciare soprattutto tutte le mamme e i papà che in questo momento stanno lottando con i loro piccoli e la famiglia della dottoressa Cassandra Bettiga alla quale abbiamo dedicato il concorso fotografico che verrà allestito nella hall dell’Ospedale di Lecco”.

Pubblicato in: Città, Cultura, Eventi, News, Sanità Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati