GIUNTA MARONI: ANTONIO ROSSI DENTRO, GLI ALTRI LECCHESI FUORI COME PREVISTO

MILANO – Come annunciato ai lecchesi nella sua tappa in città, maroni ha scelto come assessore allo sport Antonio Rossi, ex assessore allo sport provinciale e olimpionico di canottaggio. Unico lecchese, la centralità della nostra città nel governo della regione praticamente dissolta.

Non ci sono sorprese nella nuova squadra dn governo regionale, come da indiscrezioni dei giorni scorsi, metà degli assessori sono donne: Valentina Aprea all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Paola Bulbarelli alla Casa e Pari opportunità, Viviana Beccalossi al Territorio e Urbanistica e Difesa del suolo, in quota Pdl; Maria Cristina Cantù al Welfare; Claudia Terzi all’Ambiente; Cristina Cappellini alle Culture Identità e Autonomie; Simona Bordonali alla Sicurezza, Immigrazione e Protezione civile.

aNTONIO roSSIGli altri assessori sono: Mario Mantovani vicepresidente con delega alla Salute, Maurizio Del Tenno alle Infrastrutture, Mario Melazzini alle Attività Produttive Ricerca e Innovazione, Alberto Cavalli al Commercio e Turismo (per Pdl e Fratelli d’Italia) e i leghisti Massimo Garavaglia all’Economia Crescita e Semplificazione, Gianni Fava all’Agricoltura (che ha preso l’assessorato di De Capitani) e il nostro Antonio Rossi (in foto a destra) allo Sport e Giovani che è esterno alla Lega.

Segretario generale, come già anticipato, sarà Andrea Gibelli. “Questa è una squadra: non ci sono differenze di carattere politico per me – ha spiegato Maroni – E’ e deve essere una grande squadra, che lavora sulla base di un programma, che è stato presentato agli elettori e che gli elettori hanno confermato e premiato”.

SANITA’ AL PRIMO POSTO. “Si apre oggi – ha spiegato il presidente – una legislatura che dovrà affrontare temi rilevanti a cominciare da quello del lavoro e della crisi economica ma che dovrà essere segnata anche da grandi riforme, a cominciare da quella del sistema sanitario, che è ottimo ma che si può migliorare, facendo tutto ciò che serve per rendere la Lombardia e il sistema lombardo l’eccellenza in Italia e in Europa”.

MACROREGIONE. “Abbiamo poi – ha chiarito Maroni – la prospettiva di realizzare un grande accordo di collaborazione e di cooperazione con le altre Regioni, con il progetto della Macroregione che è nel programma di governo e che rappresenta una sfida, che riguarda non solo l’Italia ma anche l’Europa”.

DIALOGO CON IL CONSIGLIO E CON LE PARTI SOCIALI. La prima riunione di Giunta si terrà domani e il Consiglio regionale si riunirà invece il 27 marzo. “Confronto e dialogo – ha concluso Maroni – a cominciare dalla prima seduta del Consiglio regionale, saranno le caratteristiche della mia amministrazione. Confronto e dialogo con il Consiglio nel rispetto dei reciproci ruoli, con le parti sociali e con chiunque ha interesse a fare proposte e a partecipare alle iniziative che Regione Lombardia elaborerà in questa legislatura”.

I curriculum degli assessori saranno disponibili sul portale di Regione Lombardia www.regione.lombardia.it .

 

 

Pubblicato in: News

Condividi questo articolo

Articoli recenti