“GIUSSANI 100”: UNA MOSTRA
PER RICORDARE IL FONDATORE
DI COMUNIONE E LIBERAZIONE

LECCO – Il 15 ottobre 1922, a Desio, nasceva Luigi Giussani: coinvolgente figura di sacerdote ed educatore, Giussani è figura di primo piano della recente storia non solo italiana e non solo ecclesiale. Lo ha ricordato Papa Francesco il 15 ottobre scorso urante l’udienza concessa in piazza San Pietro a oltre 60mila ciellini: “Io esprimo la mia personale gratitudine per il bene che mi ha fatto, come sacerdote, meditare alcuni libri di don Giussani, da prete giovane; e lo faccio anche come Pastore universale per tutto ciò che egli ha saputo seminare e irradiare dappertutto per il bene della Chiesa”.

Seguendo il carisma di don Giussani, e grazie alla sua “capacità unica di far scattare la ricerca sincera del senso della vita nel cuore dei giovani, di risvegliare il loro desiderio di verità”, dice ancora Papa Francesco, sono nati e cresciuti movimenti come Gioventù Studentesca e Comunione e Liberazione, oggi diffusi in tutto il mondo. È accaduto così anche a Lecco, cominciando dai primi incontri con don Giussani negli anni Cinquanta del secolo scorso e arrivando all’oggi, con una presenza diffusa e feconda nella nostra realtà locale.

Alla figura e al pensiero di Giussani, nel centenario della nascita, è dedicato a Lecco un articolato evento che fa perno sulla mostra multimediale “Giussani 100 – Dalla mia vita alla vostra”, che sarà ospitata al polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano dal 4 al 6 novembre e che prevede nella prima giornata un dialogo pubblico con il cardinale Angelo Scola, arcivescovo emerito di Milano. La mostra, organizzata da Comunione e Liberazione Lecco e presentata per la prima volta al Meeting di Rimini nell’agosto scorso, ha il pregio particolare di presentare una serie di filmati anche inediti di don Giussani, oltre a immagini, testi e testimonianze di personalità che lo hanno conosciuto o sono stati profondamente toccati dalla sua persona. Una serie di pannelli illustra poi la biografia del sacerdote mentre altri sono dedicati alla presenza di don Giussani a Lecco, partendo dalla nascita di Gioventù Studentesca nel 1955 e proseguendo sino a delineare la presenza di Comunione e Liberazione in città negli anni più recenti.

LA MOSTRA
Il percorso si snoderà tra aule e corridoi del Polo lecchese del Politecnico (che supporta l’iniziativa insieme a UniverLecco, mentre Provincia e Comune di Lecco hanno concesso il loro patrocinio), accompagnando il visitatore tra maxischermi, pannelli esplicativi e gigantografie. L’ingresso è libero e aperto a tutti, dalle 10 alle 18 di venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 novembre; un gruppo di guide sarà sempre a disposizione del pubblico. L’inaugurazione ufficiale è in programma alle 18 di venerdì 4 novembre.

GLI INCONTRI

Venerdì 4 novembre – ore 21
Aula Magna Politecnico di Milano – Polo di Lecco
Si può vivere così
Dialogo con il cardinale Angelo Scola, arcivescovo emerito di Milano

Venerdì 11 novembre – ore 21
Aula Magna Politecnico di Milano – Polo di Lecco
Vite cambiate
Testimonianze di: Paolo Prosperi – Fraternità Sacerdotale San Carlo Borromeo
Silvio Cattarina – fondatore Comunità terapeutica L’Imprevisto

 

 

Pubblicato in: Città, Cultura, Eventi, News, Religioni Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati