IL LECCHESE NELLA MORSA
DEL MALTEMPO: GRAVI DANNI,
OTTO FAMIGLIE SFOLLATE

LECCO – Super lavoro in queste ore per pompieri e forze dell’ordine anche se per fortuna non si registrano per ora feriti ma solo danni alle cose, anche se parecchi e in tanti punti della provincia. La situazione più grave a Calolziocorte con cinque famiglie sfollate dopo che il vento ha scardinato il tetto di un edificio in via Marconi, vicino a piazza del Mercato. Le conseguenze si sono sentite anche nell’adiacente via Istria. I pezzi hanno investito una decina di veicoli tra cui una moto parcheggiati in strada. Altrettanto drammatica la situazione a Olginate in via Spluga, anche la copertura dell’edificio al civico 29 è voltata via nelle grinfie del vento, risultato tre famiglie che dovranno passare la notte altrove.

TETTO CORSO MARTIRIA Lecco, un pezzo di cornicione si è staccato da un edificio piombando dentro ad un cortile di corso Martiri (per fortuna senza ferire nessuno; aggiornamenti a breve, a destra s sotto due immagini eloquenti).

“L’edificio su via dell’Isola – racconta Filippo Boscagli che abita in zona – ha “perso” 10 metri di tetto, decollati e finiti nell’edificio su Corso Martiri scavalcando l’edificio in mezzo…. una parte in cortile un paio di metri nella finestra del quarto piano”.

CORSO MARTIRI TETTO NOSTRA

Decine e decine d’interventi da parte dei Vigili del Fuoco in tutta la provincia di Lecco, spazzata da vento e pioggia che a più riprese hanno causato serie difficoltà.

Dopo la tromba d’aria di stamattina a Mandello, nuova ondata nel pomeriggio: guai soprattutto a causa di piante e alberi che sono caduti ovunque, in particolare in tutta la Valsassina, da Ballabio a Premana.

Mandello tromba d'aria LUG13In mattinata il fatto più eclatante, come già descritto in questo articolo, era accaduto intorno alle 10:30 a Mandello, con una tromba d’aria e acqua che ha sconvolto il mercato e abbattuto una pianta, caduta su un’auto distruggendola (per fortuna i proprietari erano in un bar e se la sono cavata).

Anche a Dorio albero sulla strada, stavolta sulla SP72 con conseguenti problemi per la circolazione.

Nel pomeriggio due pozze d’acqua pericolose all’accesso della galleria monte Barro da Civate (si è circolato su una sola corsia verso Nord) ed un’altra entrando sulla SS36 da Abbadia Lariana in direzione del capoluogo hanno turbato la circolazione e impegnato Polstrada e vigili del fuoco, entrambe le situazioni si sono risolte qualche ora dopo.

Un’altra pianta è caduta su una linea elettrica di Barzio, richiedendo l’intervento dell’ENEL: black out di una mezzoretta. Pure a Premana qualche problema con l’elettricità, anche se di durata limitata. SEGGIOVIA ALBERO SU

A Paglio, un albero sulla seggiovia (ferma – vedi immagine a destra), mentre in zona Pozza Rossa il vento ha abbattuto una decina di larici.

Parecchie le segnalazioni di danni e soprattutto di alberi sradicati; a Ballabio ne sono caduti diversi (nella foto sotto uno in via Cinturino), colpendo in un caso anche un’automobile, a poca distanza dalla Provinciale.

DOPPIA ONDATA DI MALTEMPO, DANNI E PROBLEMI ANCHE IN VALSASSINA

PIOGGIA A LECCO LUNGOLAGO

SOPRA: PIOGGIA SUL LUNGOLARIO
SOTTO: PIAN DELLE BETULLE E MANDELLO
(stamattina)

MANDELLO tromba aria LUG13 (12)

 

 

 

Pubblicato in: News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .