INCIDENTI STRADALI: A LECCO
NEL 2013 PIU’ FERITI E SINISTRI
MA “OBIETTIVI” RISPETTATI

MORTALE PIONA OTT 14 1PMILANO – L’analisi dell’incidentalità della provincia di Lecco con riferimento all’anno 2013 (studio svolto dal Centro di Governo e Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia), registra 908 incidenti stradali con lesioni a persone. Il numero dei morti (entro il 30° giorno) ammonta a 13, quello dei feriti a 1225.

Rispetto al 2012, nell’anno 2013 vi è aumento sia del numero di incidenti stradali (63 incidenti in più) che del numero di feriti (ben 87 feriti in più) mentre il numero dei morti rimane invariato (13 deceduti sia nel 2012 che nel 2013).

L’analisi dell’incidentalità della provincia di Lecco nel lungo periodo considerato (serie storica 2000-2013) mostra una tendenziale diminuzione del numero di incidenti e di morti. Al contrario il numero dei feriti si mantiene pressoché costante con un aumento nel 2013. In valore assoluto si è passati da 1445 incidenti nel 2000 a 908 incidenti nel 2013, da 33 a 13 morti ed infine da 1921 a 1225 feriti. La provincia di Lecco al di là di comparazioni per estensione territoriale e per numero di abitanti, è dopo Sondrio (9 morti) la provincia che registra il minor numero di decessi per incidente stradale.

In provincia di Lecco, il dato relativo alla variazione percentuale del numero dei morti, osservata a partire dal 2001 – anno di avvio della risoluzione comunitaria per perseguire il dimezzamento della mortalità per incidente stradale – conferma il raggiungimento dell’obiettivo dal 2009.

MORTALITA' INCIDENTI GRAFICO

Nel 2011 vi è un decremento del 68,8% e nell’ultimo biennio la riduzione della mortalità si mantiene costante con una variazione rispetto al 2001 del 59,4%.

> IL DOSSIER SULL’INCIDENTALITA’ IN PROVINCIA DI LECCO
> TUTTI I DATI DEI SINISTRI IN LOMBARDIA

 

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Ballabio, Lago, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .