INFLAZIONE, TINO MAGNI:
“ANNO NERO PER FAMIGLIE”

LECCO – Il senatore di Alleanza Verdi e Sinistra, Tino Magni, componente della commissione Bilancio di Palazzo Madama, prende posizione sul tema inflazione che ha caratterizzato tutto il 2022″

“Il 2022 è stato l’anno nero per le famiglie con l’inflazione che ha raggiunto il tetto del +8,1% – le parole di Magni -. Inflazione e caro energia hanno eroso le scorte dei risparmi di molti italiani. Per non parlare poi di come ha pesato sul carrello della spesa. A essere colpite maggiormente sono le famiglie monoreddito, quelle meno abbienti, i pensionati. La parte bassa della piramide sociale, quelli che già faticano ad arrivare alla fine del mese”.

“Le politiche messe in campo dalla destra di governo non faranno che peggiorare la situazione e il 2023 rischia di essere anche peggiore del 2022 con gli aumenti dei carburanti e di tutti i generi alimentari – continua Magni -. Per contrastare questa ‘tassa’ odiosa sui meno abbienti è necessario aumentare salari e i redditi da lavoro, lordi e netti, e abbassare la pressione fiscale su stipendi e pensioni. Per contrastare il lavoro povero poi occorre approvare una legge sul salario minimo. Interventi utili per spingere la domanda interna e contrastare così gli aumenti dei costi oggi scaricati sul consumatore finale. Non c’è tempo da perdere, milioni di lavoratori e lavoratrici aspettano di vedere riconosciuto un loro diritto: stipendi più dignitosi”.

 

Pubblicato in: Economia, News, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati