ISTAT/L’ALTO LARIO NEL MIRINO
DEI TOPI D’APPARTAMENTO.
LECCO E COMO NELLA TOP TEN

furti-reati-sole-24-oreLECCO – Alto Lario tra i territori più interessanti per i topi d’appartamento. Lo rivelano le statistiche sull’incidenza dei reati pubblicate dal Sole 24 ore. La Provincia di Lecco è al 63esimo posto in Italia per incidenza dei reati, ma è al sesto posto per i furti in abitazione, appena dietro Como, settimo.

Il quotidiano economico ha elaborato i dati calcolando l’incidenza dei reati più significativi ogni 100mila abitanti accanto al numero assoluto di denunce presentate dai cittadini. Più denunce equivarrebbe a dire più reati.

Oltre al boom delle frodi online, Lecco e Como sono nella top ten delle città prese di mira dai furti in abitazione. 630 denunce ogni 100mila abitanti a Lecco, per un totale di 2.136, quindi un aumento del 2,6%. A Como si è scesi dello 0,5%, per un totale di 3.749. Da considerare anche la distinzione tra zone: è nell’alto lago, su entrambe le sponde, che vi è la massima concentrazione del problema.

furti-abitazione-sole-24-ore-ok

A fronte di questi dati sono invece diminuiti dell’1,1% i reati totali a Lecco, dal 2014 al 2015 si è raggiunta quota 3.492 ogni 100mila abitanti. Aumentano invece nel comasco, +3,3% cioè 19.309.

Di furti d’auto se ne contano meno, 65,1 ogni 100.000 lecchesi e 77,9 a Como. Numeri maggiori quelli rapportati agli esercizi commerciali, si stima 126,6 a Como e 128,8 a Lecco. Bassi i numeri per gli scippi: 6,78 a Lecco ogni 100mila abitanti, 9,17 a Como. Se il trend dello scippo pare in via d’estinzione, lo stesso non vale per le truffe informatiche, dove il dato sale a 210,8 per Lecco e si ferma a 166,8 a Como.

 

 

Pubblicato in: Dal mondo, Città, Lago, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati