LA LETTERA/QUELLE BRUTTE
SCULTURE IN LAMIERA
ABBANDONATE PER STRADA

auto soste selvagge 1Caro Direttore, 
ho visto una valanga di immondizia di lamiera e gomma abbandonata per la strada.

Un’infinità di strade.

Lamiera, gomma e lucine che qualche volta lampeggiano, manco fosse natale.

Immondizia di lamiera che nessuno fotografa come invece fanno, giustamente, per i sacchi dei rifiuti “ammontonati” contro i muri, qui, forse, perché invece è immondizia distesa in fila orizzontale.

Sarà per questo che non viene visto come vergogna, come mancanza di decoro urbano della città?

Non c’è assessore che scrive indignato, non c’è portavoce di lista civica o partito che punta il dito. Non c’è amministratore che tira su il telefono e chiama per portarla via.


Eppure questa immondizia non racchiusa in sacchi viola ma lo stesso di tutti i colori, la si vede sui bordi delle strade, a ridosso dei marciapiedi di ogni via, appoggiata dentro le rotonde delle piazze.

auto soste selvagge 3

E non c’è mai nessuna sanzione. Nessun biasimo.

Siccome non serve chiudere il naso, si chiudono gli occhi.

Io, per esempio, la vedo spesso. Tutti i giorni. Lungo il marciapiede di via Grassi, dentro la rotonda di largo Montenero, davanti ai bar del Viale Turati, dentro la sosta dell’autobus vicino al benzinaio c’è prennemente. Sembra ormai una scultura. Brutta scultura.

Se si sposta subito dopo si riempie di nuovo.

Una cosa indecorosa, e pure una barriera architettonica che grida vergogna e vendetta.

Quella dentro la sosta dell’autobus sul Viale è doppiamente una barriera architettonica.

Impedisce soprattutto alle persone anziane e diversamente abili di scendere in sicurezza dall’autobus che si deve fermare in mezzo alla strada. Ingolfando il traffico del Viale che già di suo è intenso e caotico.

auto soste selvagge 4

Non si capisce perché tutto questo è tollerato.

Soprattutto da chi ha il dovere di controllo e sanzione.

Le risorse potrebbero essere addirittura reinvestite nella riqualificazione e decoro del quartiere stesso dove le contravvenzioni si elevano.

Chissà se gli Assessori del fare, così attivi sulla stampa hanno finalmente a cuore il Decoro della città anche quando al posto dei sacchi dell’immondizia sono le auto ad essere immondizia.

Le auto in doppia fila, in sosta vietata, sopra i marciapiedi, sulle strisce pedonali, dentro fermate di autobus, davanti agli scivoli per la disabilità.

Bisogna cospargerle di sacchi di immondizia o si può fare qualcosa lo stesso?

 

Paolo Trezzi

 

 

 

Pubblicato in: Lettere a LeccoNews, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati