“LA LUCE DEL NORD” A OLGINATE
NEI MERCOLEDÌ DI OTTOBRE

Portrait_of_a_Man_by_Jan_van_EyckOLGINATE – Prendono il via anche questo autunno i “Mercoledì dell’Arte” che l’Assessorato alla Cultura di Olginate organizza col critico d’arte Michele Tavola. Quest’anno i mercoledì avranno come tema La luce del Nord. Gli incontri, che si svolgeranno in aula magna della scuola media “G. Carducci” alle ore 20.45, si apriranno il 7 ottobre con Jan Van Eyck, per proseguire poi il 14 ottobre con Hieronymus Bosch, il 21 ottobre con Rembrandt e termineranno il 28 ottobre con Jan Vermeer.
.
“Uno sguardo diverso e una differente concezione dell’arte caratterizzano la storia della pittura nelle Fiandre e in Olanda tra Quattrocento e Seicento – spiega Michele Tavola. Vicende che scorrono parallele a quelle italiane, rispetto alle quali non sono né superiori né inferiori, ma semplicemente di altra natura. Basta cambiare il punto di vista e saper accettare diversi presupposti culturali per scoprire un nuovo mondo, estremamente ricco e affascinante.”
.

JAN VAN EYCK – 7 OTTOBRE

E’ stato il grande protagonista del Rinascimento fiammingo, insieme a Roger van der Weyden, Hugo van der Goes, Dirk Bouts e Hans Memling, artisti dei quali si parlerà nel corso dell’incontro. Van Eyck e i Fiamminghi suoi contemporanei mostrano la possibilità di rinnovare la pittura attraverso strade alternative rispetto a quelle intraprese in Italia, pur prestando una grande attenzione a quanto stava avvenendo a sud delle Alpi.

 

The very first heavy metal_hieronymus_boschHIERONYMUS BOSCH – 14 OTTOBRE

È stato uno dei pittori più visionari di tutti i tempi e ha saputo dare forma agli inferni della follia. Ironico e immaginifico, presenta un’originalità stilistica e iconografica ineguagliabile. Incurante del pensiero dominante, ha seguito sentieri controcorrente che fanno definire la sua arte “antirinascimentale”. Le sue incursioni nei meandri più oscuri della mente hanno fatto parlare di lui come di un precursore della psicanalisi.

 

REMBRANDT – 21 OTTOBRE

Il più importante pittore del Seicento olandese e uno dei più grandi di tutti i tempi. Ha saputo rinnovare l’arte della sua epoca e dettare un nuovo gusto, tramandando la sua maestria a un’ampia schiera di allievi e continuando a superare se stesso, sperimentando nuove formule espressive fino agli ultimi giorni della sua vita.

 

La ragazza con l'orecchino di perla_Jan_VermeerJAN VERMEER – 28 OTTOBRE

La sua pittura è specchio di una bellezza senza tempo. Oggi, la Ragazza con l’orecchino di perla è uno dei quadri più famosi del mondo e la Veduta di Delft era il quadro preferito di Marcel Proust. Eppure della sua vita si sa pochissimo e dopo la morte venne completamente dimenticato fino alla metà dell’Ottocento: un “caso artistico” dal fascino intramontabile.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati