LA NATURA A VILLA BERTARELLI.
UN SUCCESSO L’INIZIATIVA WWF
DEDICATA AI GIOVANISSIMI

wwf-villa-bertarelli-2GALBIATE – All’apertura dei cancelli di Villa Bertarelli una piccola folla di mamme, papà e nonni che accompagnavano una trentina di bambini, di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, “affidati” per un intero pomeriggio alle cure degli attivisti WWF Lecco nella sede del Parco Monte Barro, per apprendere segreti e curiosità e caratteristiche degli animali selvatici presenti nel nostro territorio.

Dopo i saluti iniziali e la proiezione di un video sulle attività del WWF, la più grande associazione ambientalista presente in tutto il mondo, una serie di immagini ha presentato ai bambini il riccio e la volpe, il lupo e il capriolo… Di ogni animale sono state illustrate alcune caratteristiche, gli ambienti in cui vive ed è stato possibile ascoltare il “verso”: dal grugnito del cinghiale al bramito del cervo, la sala fa di Villa Bertarelli si è riempita dei suoni della natura. La bravura nel distinguere le diverse specie e le conoscenze di alcuni bambini hanno stupito persino gli stessi organizzatori. A seguire i bambini sono stati divisi in squadre per un gioco in cui, su dei tabelloni che illustravano i vari ambienti naturali, i bambini dovevano collocare le sagome degli animali selvatici nel giusto habitat: pianura, collina, montagna. E’ stata poi la volta della merenda “salvambiente” con pane, marmellata, nocciolata e succo di mele, provenienti dal territorio, tutto molto gradito vista la velocità con cui è scomparsa ogni traccia di cibo.

wwf-villa-bertarelli-3A seguire, il laboratori con la creta ha permesso ai bimbi di cimentarsi nella riproduzione delle tracce degli animali: impronte di orso e capriolo hanno preso forma dalle mani dei bambini, ciascuno dei quali ha potuto portarsi a casa l’impronta del “suo” animale come ricordo della giornata. Il tempo è volato via velocemente e al termine del pomeriggio tutti i partecipanti hanno ricevuto un ricordo della giornata: il diploma di partecipazione al corso sugli animali selvatici e un segnalibro, splendidamente illustrati da Raffaella Mastalli e Stefania Berna del WWF Lecco, oltre ad alcuni materiali offerti da WWF e Azienda Agricola La Traccia.

“La cosa più bella” – ha dichiarato Lello Bonelli, presidente WWF Lecco- “è stato ritrovare Emanuele, Beatrice, Federico e altri bambini che avevano già partecipato lo scorso anno a un evento analogo proposto dalla nostra Associazione. Allora si trattava di un minicorso di birdwatching, quest’anno abbiamo parlato degli animali dei boschi e delle montagne, ma l’entusiasmo e l’interesse dei bambini per la natura è sempre contagioso. Naturalmente li aspettiamo tutti per l’anno prossimo!”.

Chiusa la bellissima esperienza con i bimbi il prossimo appuntamento, sabato 22 ottobre, sarà invece riservato agli adulti con la giornata sulle tecniche di costruzione dei muretti a secco, affascinanti manufatti, elementi del paesaggio tipici dei terrazzamenti del Monte Barro e della collina brianzola, ma soprattutto habitat importante per la salvaguardia del territorio e la biodiversità.

 

 

Pubblicato in: Cultura, Giovani, Galbiate, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati