LA VALLE DEL GERENZONE,
UNA MOSTRA PER VALORIZZARE
GLI EX EDIFICI INDUSTRIALI

LECCO – A pochi giorni dall’apertura della mostra “un archivio-invita” dedicata alla figura del noto industriale Giuseppe Riccardo Badoni, entrano nel vivo gli eventi paralleli proposti grazie alla collaborazione con il Comune di Lecco – Sistema Museale Urbano Lecchese.

Verrà inaugurata venerdì 12 aprile alle 17 a Palazzo Bovara la mostra “Tutela e valorizzazione degli ex edifici industriali lungo il torrente Gerenzone” che vede protagonisti i lavori realizzati dagli studenti dei corsi di Conservatione Conservation Studio della laura magistrale in Building and Architectural Engineering e della laurea in Ingegneria Edile-Architettura del Polo territoriale di Lecco, coordinati dalla prof.ssa Elisabetta Rosina e dall’arch. Alessia Silvetti.

I 10 progetti esposti, frutto di un grande studio del territorio, della sua storia e di analisi effettuate sul campo, hanno per oggetto la valorizzazione del grandioso patrimonio industriale lungo la Valle del Gerenzone, luogo simbolo della tradizione manifatturiera e metallurgica del nostro territorio. Il lavoro degli studenti si è concentrato in particolare sugli edifici ex Faini (nei pressi di San Nicolò) e quelli di proprietà Manzoni e Baruffaldi, nella zona di Laorca e Rancio. Gli elaborati prodotti presentano ipotesi di rifunzionalizzazione dei fabbricati e propongono l’insediamento di laboratori artigianali, volano per le attività dell’industria manifatturiera, centri ricreativi, un parco urbano, palestre, zone di aggregazione, cinema all’aperto, un museo, un hub della montagna e l’università della Terza Età.

“L’innovazione passa necessariamente dalla conoscenza e dal rispetto della tradizione – afferma Manuela Grecchi prorettore delegato del Polo territoriale di Lecco –. L’area presa in esame dai nostri studenti è stata il cuore pulsante del tessuto socio-economico della città e del territorio. Mi piace pensare che grazie alle idee dei nostri studenti questo cuore possa tornare a battere e a trasmettere nuovi impulsi all’intera comunità”.

“Ospitiamo con piacere in municipio un’esposizione che prosegue idealmente il percorso avviato dalla mostra ‘Un archivio in-vita’ allestita al Politecnico e fa il palio con gli scatti fotografici di Lucrezia Roda e la passione per la tradizione dell’industria metallurgica lecchese – continua Simona Piazza, assessore alla Cultura del Comune di Lecco –. Gli elaborati degli studenti che saranno messi in mostra offrono preziose idee sulla riqualificazione, la tutela e la valorizzazione degli ex edifici industriali lungo il torrente Gerenzone e rappresentano un interessante corollario del progetto dedicato all’archeologia industriale lungo la Vallata del Gerenzone “La via del ferro”.

La mostra rimarrà esposta fino al 18 maggio secondo i seguenti orari:
da lunedì a venerdì 8.30 – 17.30
sabato 8.30 – 11:00
Ingresso libero

 

 

Pubblicato in: Cultura, Città, News Tags: , , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati