LECCO BASKET WOMEN,
PER COACH CANALI
“UN’IMPRESA SPORTIVA”

LECCO – Conclusa domenica a Monza la stagione regolare della Lecco Basket Women con un eccellente quinto posto che ha messo in evidenza la bontà del lavoro svolto dalla società. All’esordio nella categoria le lecchesi hanno mantenuto l’imbattibilità casalinga dimostrando di poter competere alla pari con qualsiasi avversario.

Grande soddisfazione nelle parole di coach Canali che traccia un bilancio di questo scorcio di stagione: “È senza dubbio estremamente positivo. Abbiamo formato un gruppo nuovo, sia nel roster che nello staff tecnico; abbiamo affrontato un campionato di serie C da esordienti in categoria, crescendo di livello tecnicamente e compattandoci come gruppo partita dopo partita, e ora siamo qualificate ai playoff da quinte in classifica. Non so cosa si potrebbe chiedere di più”.

Durante il campionato vi siete tolti delle grandi soddisfazioni ma c’è anche qualche rimpianto.
Ricorderemo con particolare soddisfazione alcune vittorie in casa, contro squadre molto forti, penso a Rezzato, Parre, Robbiano, tutte sopra di noi nella classifica finale, per la carica agonistica e le emozioni che si respiravano in campo e sulle tribune. Un po’ di amarezza per un paio di sconfitte di troppo ed evitabili (in particolare a Mantova e Borgo S.Giovanni fuori casa) che oggi ci costano il quarto posto e il fattore campo. Ma abbiamo avuto una stagione talmente martoriata da infortuni, anche gravi, Covid e sfortune varie che non ci hanno permesso di giocare con la squadra al completo. Credo che abbiamo compiuto quasi un’impresa sportiva a essere arrivati in classifica dove siamo ora”.

Ora è tempo di pensare ai playoff dove vi aspetta una gara secca da dentro o fuori sul campo di Gallarate (Isotec Gallarate – LBW venerdì 20 maggio alle 21.15) che ha chiuso al quarto posto nel suo girone. Che tipo di avversario sono le varesine e se il match è alla vostra portata: “Gallarate è sicuramente squadra molto valida, con un quintetto di grande livello che ha in Sciutti e Salzillo le sue punte di diamante, un asse play-pivot da serie B che sarà sicuramente difficile da limitare. Ma proveremo a mettere qualche sassolino negli ingranaggi. Non partiamo certo sconfitte, abbiamo le nostre armi e cercheremo di valorizzarle. Purtroppo ci stiamo allenando in 8-9, abbiamo un’infermeria sovraffollata (stagione finita per Pozzi e Colombo, Mandonico scavigliata, Galli indisponibile, Benzoni in recupero da una distorsione, Scumace con la tendinite…), ma lo spirito è alto e le ragazze si stanno veramente impegnando molto, pur con la leggerezza e la tranquillità di chi sa di non avere nulla da perdere. Le condizioni di Mandonico in particolare sono quelle che più ci preoccupano, non si allenerà e fino all’ultimo non sapremo se sarà della partita. Ma in ogni caso so che tutta la squadra darà il massimo e che abbiamo le carte in regola per provare a sognare un passaggio del turno che avrebbe il sapore di un risultato storico”.

 

 

Pubblicato in: Città, News, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati