LECCO SI MUOVE COSI’/
REPORT CARIPLO: “268 MILA SPOSTAMENTI/GIORNO”

traffico repertorioLECCO – La città e il suo hinterland al centro di una indagine scientifica sulla mobilità promossa dall’Osservatorio di Fondazione Cariplo. Lecco è uno dei quattro “casi studio” insieme a Brescia, Como e Mantova. Tra i dati emersi risulta che la nostra area urbana è interessata da circa 268 mila spostamenti/giorno (sola andata) di cui 159 mila interni all’area urbana, 68 mila in entrata e 41 mila in uscita.

Facendo riferimento al solo comune capoluogo, gli spostamenti interni sono 47mila, quelli in entrata 75 mila e quelli in uscita 20 mila.

L’inchiesta suggerisce anche tre “politiche”  basate ciascuna sulla massimizzazione dell’efficacia di un gruppo di interventi di regolazione dell’offerta:

-una politica di sostegno alla mobilità non motorizzata, basata sull’assegnazione di priorità alle misure di protezione dei flussi pedonali e ciclabili, ottenuta anche con interventi di limitazione sostanziale della circolazione veicolare in determinati settori urbani (zone a trafico limitato o moderato, riduzione di capacità stradale conseguente all’estensione della rete ciclabile sulle direttrici viarie primarie, ecc…);

-una politica di incentivazione del trasporto pubblico, basata sullo sviluppo delle reti di trasporto con realizzazione, in alcuni casi, di nuovi sistemi in sede propria, e in generale incremento delle frequenze sulle reti urbane e sui servizi ferroviari suburbani di adduzione (anche in questo caso si sono previste specifiche limitazioni al traffico privato, in particolare mediante l’estensione e il rafforzamento delle zone a traffico limitato centrali);

-una politica di ottimizzazione del traffico privato, basata sul miglioramento delle condizioni di circolazione (fluidificazione e potenziamento dei nodi critici), cui si associano interventi finalizzati a sostenere modalità innovative di uso dell’auto (car sharing e in parte car pooling).

> SCARICA QUI L’INTERA INDAGINE (pdf)

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati