LECCO/TORNA LA TRUFFA
DEL FINTO CARABINIERE.
VITTIMA UNA OTTANTENNE

falsi addetti enel truffaLECCO – Tornata in città la truffa del falso carabiniere. Spacciandosi per un operatore dell’Arma ha telefonato ad una lecchese ottantenne sostenendo che il figlio della donna fosse coinvolto in un incidente e che per evitargli l’arresto la madre averebbe dovuto pagare una multa a titolo di risarcimento. Dopo la telefonata il truffatore si è presentato a casa dell’anziana e si è fatto consegnare circa 300 euro in contati oltre a dei monili d’oro.

L’uomo è poi riuscito a dileguarsi senza destare sospetti. La truffa è stata smascherata solo in un secondo tempo, quando la donna ha avvisato il figlio di essere intervenuta per evitargli il carcere.

Un copione che si ripete purtroppo con una certa frequenza in città. A gennaio dopo una serie di truffe i carabinieri colsero in flagranza di reato un altro finto militare. Ma altri casi sono stati segnalati anche con protagonisti finti tecnici del gas e del telefono.

I carabinieri ricordano che non è loro compito chiedere denaro, tantomeno recarsi casa per casa per incassarlo. Ogni evento sospetto, che coinvolga forze dell’ordine o “letturini”, è bene segnalarlo immediatamente alle autorità.

 

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati