LECCO/TRUFFA AGLI ANZIANI.
SPACCIANDOSI PER CARABINIERE
CHIEDEVA IL SALDO DELLE MULTE.
27ENNE DI NAPOLI ARRESTATO

carabinieri giuliani 2LECCO – Un cittadino italiano è stato arrestato dai militari del Comando provinciale di Lecco dopo che aveva messo a segno più di una truffa ai danni della popolazione anziana. L’uomo sospettato per i raggiri si presentava alle sue vittime spacciandosi per Carabiniere, riuscendo così ad agire indisturbato.

Aggiornamenti in diretta dalla sala stampa del Comando provinciale dei Carabinieri.

Il truffatore è stato fermato attorno alle 12.30 di ieri, martedì 12 gennaio, dai Carabinieri del Nucleo investigativo nei pressi della stazione ferroviaria di Lecco. Si tratterebbe di M.S., napoletano classe 1988 con piccoli precedenti di polizia.

M.S. truffe anziani falso carabiniereL’uomo aveva appena telefonato a una pensionata nata nel 1928 e residente in centro Lecco qualificandosi come Maresciallo dei Carabinieri e spiegando all’anziana signora che avrebbe dovuto pagare 3.000 euro quale saldo di contravvenzioni elevate alla figlia, che in quel momento si trovava trattenuta in caserma. Il malvivente si è così presentato nella residenza della signora riuscendo a farsi consegnare 600 euro in contanti, e allontanandosi poi a piedi. Per telefono il giovane aveva lasciato intendere che avrebbe accettato anche gioielli o piccoli oggetti di valore.

Nell’arco della mattinata M.S. aveva tentato simili raggiri ai danni di altri due pensionati residenti nella stessa via dell’87enne lecchese, senza però portare a compimento la truffa e fermandosi alle telefonate “preparatorie”. In uno dei casi la potenziale vittima ha parlato con un fantomatico “Maresciallo Primo dell’Arma” che annunciava un tamponamento in cui sarebbe stato coinvolto il figlio.

mappa truffe anziani 2I  Carabinieri del Nucleo investigativo sospettavano che il treno potesse essere il mezzo col quale egli raggiungeva la città per poi colpire, e proprio nei pressi della stazione ferroviaria, ieri, è avvenuto l’arresto.

Ben undici le denunce raccolte da ottobre da Carabinieri e Polizia, in seguito a truffe avvenute sempre non lontano dalla stazione. Sia nel caso che ha permesso l’arresto del napoletano, sia negli altri episodi, il truffatore non si è mai presentato in divisa e mai ha mostrato un tesserino identificativo.

I Carabinieri ricordano che non è compito delle forze dell’ordine riscuotere alcun genere di pagamento, tanto meno raggiungendo i cittadini nelle loro abitazioni, o ancora senza prima presentare un documento identificativo.

M.S. truffe anziani falso carabiniere 3Al momento del fermo l’uomo aveva con sé circa 420 euro in contanti, somma sequestrata in quanto ritenuta provenire dallle truffe della giornata. Questa mattina, mercoledì 13 gennaio, l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto con obbligo di dimora nel comune di residenza, Napoli, e della presentazione all’autorità tre volte a settimana.

Tuttora in corso le indagini del Nucleo investigativo lecchese per acclarare l’eventuale responsabilità dell’arrestato in altri analoghi episodi e per individuare l’esistenza di complici. Anche a questo scopo la foto identificativa dell’arrestato è pubblicata priva di maschera sugli occhi, l’auspicio è che altre vittime possano riconoscerlo ed aiutare le forze dell’ordine nelle indagini.

 Manuela Valsecchi

 

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati