LEGA VS PROFUGHI E ASSALAM:
“VIA MIGRANTI DALLA PALESTRA
E PREGHIERE IN ITALIANO”

migranti profughi lecco maggianico scuolaLECCO – La Lega nord dice no ai profughi nella palestra di Maggianico. Martedì sera quindi farà un presidio nei pressi del municipio di Lecco per esprimere la propria totale contrarietà sulla decisione di utilizzare la la struttura vicino a Villa Gomes come centro di accoglienza.

“Siamo contrari anche sul metodo – tuona il segretario provinciale Flavio Nogara -, l’operazione Maggianico è stata portata avanti in gran silenzio dall’Amministrazione senza dir nella a nessuno, nemmeno, cosa gravissima, ai consiglieri durante l’ultimo consiglio comunale, probabilmente sapendo o temendo che sarebbe stata bloccata sul nascere”.

Il ritrovo sara’ verso le 18 in Piazza Garibaldi. “Se i Lecchesi al posto di scegliere come sindaco Brivio, avessero votato Negrini, o meglio, fossero andati a votare (ricordo che al ballottaggio ha votato il 47% degli aventi diritto), alla telefonata del prefetto sarebbe seguita una risposta opposta chiara e netta: a Lecco di strutture da mettere a disposizione dei clandestini non ce ne sono”.

Il segretario provinciale inoltre chiede di controllare ancora di più il centro culturale islamico Assalam che svolge le attività nel rione di Chiuso. “Ho chiesto più volte senza risposta, e lo chiederemo a gran voce alle porte del municipio, che vogliamo una costante identificazione di chi frequenta il centro, vogliamo che ci siano telecamere interne ed esterne, che la gente anche in quel luogo parli o “preghi” nella nostra lingua, nelle registrazioni deve restare traccia di ciò che dicono e di ciò che programmano. A chi frequenta il Centro non sta bene? Venga chiuso il giorno dopo”.

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati