LET’S MOVE: I CAMPI DI VOLONTARIATO NON ASPETTANO

InformagiovaniLECCO – Non sempre orientarsi nell’oceano di informazioni che internet offre è semplice. Così l’Informagiovani di Lecco ha deciso di dare una mano a chi vorrebbe partire per i campi di volontariato in Italia o all’estero, ma non sa come fare.

E’ questo l’obiettivo di Let’s move, l’iniziativa promossa presso la sede di via dell’Eremo. Sono stati una cinquantina i giovani dai 15 ai 30 anni che hanno partecipato all’evento, giunto alla sua seconda edizione. Alcune persone che già hanno realizzato questa esperienza hanno raccontato e spiegato cosa ha significato per loro e come ci si può avvicinare alle associazioni per poter dare una mano a chi ne ha bisogno.

“Abbiamo pensato di facilitare l’accesso a queste informazioni organizzando quest’iniziativa – ha sottolineato Marta Tessari, responsabile del settore rosso del Servizio Informagiovani di Lecco (cittadinanza attiva, volontariato, servizio civile) –. In questo modo i ragazzi hanno potuto chiedere tutto ciò che volevano a chi già ha fatto questa esperienza e ne è uscito arricchito dal punto di vista personale”. Sono stati proposti diversi campi di volontariato che fanno riferimento ad altrettante associazioni. Referenti dell’iniziativa sono stati Gianna Galli (Azione Cattolica), Irene Colombo (campi Caritas), Giulia Mazzoleni (Servizio Civile Internazionale), Giorgio Grasso (campi Amani) e Chiara Dal Pozzo (Mato Grosso).

InformagiovaniL’Informagiovani di Lecco ha anche preparato un apposito volantino che è stato distribuito ai partecipanti con l’elenco delle associazioni che organizzano i campi. In provincia ce ne sono alcune: il centro ippico Pegaso, l’associazione La Goccia, l’associazione sportiva Montesereno Horses, l’A.S.V.A.P di Lecco e provincia Onlus, l’associazione Il Girasole Onlus, l’Azione Cattolica e la cooperativa Liberi Sogni. Per l’estero, invece, sono state proposte l’Arci Lecco tramite ARCS, Mani tese, l’operazione Mato Grosso, il Centro Orientamento Educativo, il Gruppo Missionario Caritas Cassago Onlus, l’Ipsia Lecco, Binario per l’Africa, Insieme per costruire, l’associazione A força da partilha onlus, l’associazione Amici del Sidamo, Pime – giovani e missione, Legambiente Onlus e la Caritas Ambrosiana.

“Abbiamo deciso di organizzare quest’incontro in questo periodo perché la maggior parte dei bandi per partecipare ai campi hanno come termine il 31 marzo – ha spiegato Tessari -. Sembra presto considerato che si tratta di esperienze che si fanno d’estate, ma in realtà bisogna muoversi: let’s move!”.

“Questa è stata la prima di una serie di iniziative che faremo quest’anno – ha annunciato Carlo Gaiati, direttore del Servizio Informagiovani di Lecco –. Non abbiamo ancora definito il calendario ma presto lo faremo, collaborando con le associazioni del territorio”.

Gaiati ha anche parlato del crescente numero di ragazzi che si interfaccia con il servizio Informagiovani:”nel 2013 abbiamo registrato 1750 richieste allo sportello, 300 in più rispetto allo scorso anno. E anche il nostro programma di eventi è stato molto seguito: ci sono state circa duemila presenze”.

L’Informagiovani sta già pensando alla seconda parte di Let’s move: ci sarà un nuovo incontro per parlare di viaggi studio e delle opportunità di lavoro all’estero. “I giovani oggi sono un po’ demoralizzati – ha commentato Tessari – bisogna sostenerli, dando loro speranze ed energie positive, solo così vanno avanti”.

Elena Pescucci

Pubblicato in: Eventi, Giovani, Città, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti