LEUCI: SI VA VERSO
IL CONTRATTO DI SOLIDARIETA’
PER I 93 DIPENDENTI

presidio leuci confindustriaLECCO – La Leuci verso il contratto di solidarietà. I rappresentanti dei 93 dipendenti sono riusciti a convincere la proprietà per avere i contratti di solidarietà dopo la chiusura dell’azienda di lampadine che avverrà il 31 marzo prossimo, domenica di Pasqua. Oggi pomeriggio, alle 15, le rsu-rappresentanze sindacali unitarie, insieme a Lorena Panzeri e Nicola Cesana di Cgil, Massimo Ferni di Cisl ed Enrico Ferrari di Uil si sono incontrati nella sede di Confindustria Lecco per trattare con i rappresentanti legali della Relco group, titolare della fabbrica di lampadine.

“La nostra ultima richiesta è quella di un contratto di solidarietà fino a fine anno, quindi per nove mesi – spiega Germano Bosisio, rappresentante sindacale dell’azienda di via XI febbraio –, mentre ce ne concede solo sei”. Domani mattina, alle otto, i lavoratori si troveranno in assemblea per decidere se accettare o meno la proposta fatta dai legali di Giuliano Pisati. Intanto nel pomeriggio, mentre i sindacalisti discutevano negli uffici di via Caprera, fuori un gruppo di dipendenti della Leuci ha organizzato un presidio.

Lunedì prossimo ci sarà un altro incontro tra i lavoratori e la proprietà, sempre nella sede di Confindustria, dove i rappresentanti sindacali continueranno ad andare avanti nella loro battaglia. “Non molliamo il progetto della Cittadella della luce – afferma Bosisio – cerchiamo di allungare i tempi per far sì che la nostra azienda possa essere riqualificata. Sarebbe un peccato, non solo per noi, ma per tutto il territorio, se la Leuci dovesse chiudere definitivamente”.

 

Pubblicato in: Città, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati