LUTTO/SI È SPENTO A 87 ANNI
GIOVANNI BATTISTA LIMONTA,
RE DEL TESSILE BRIANZOLO

luttoCOSTA MASNAGA – Giovanni Battista Limonta è morto nella giornata di ieri, 27 settembre, all’età di 87 anni. L’imprenditore – titolare dell’omonima impresa – lascia una ditta che impiega migliaia di lavoratori e fattura circa 350 milioni di euro all’anno.

Nato nel 1929 a Costa Masnaga, fin da giovanissimo ha iniziato a lavorare con il padre Angelo nell’azienda fondata dal nonno nel 1893, una delle più antiche tessiture jacquard del territorio comasco. Dotato di grande spirito innovatore, grazie al quale ha reso la Limonta Spa un’impresa all’avanguardia, nel 1993 ha ricevuto la nomina a Cavaliere del lavoro da parte del Presidente della Repubblica, con la seguente motivazione:

“Entra nell’attività di famiglia dopo gli studi commerciali e la specializzazione in tessitura alla fine degli anni quaranta. Nel 1959 trasforma la società del nonno ”Limonta Battista e Figli””, costituita nel 1893, in “”Limonta S.p.A.””. Aggiunge all’attività tessile la divisione chimico plastica per la produzione di imitazioni pelli e tessuti trattati per abbigliamento, la divisione moquette, pavimenti vinilici ed in gomma, nonché la produzione di carte da parati, sviluppando in particolare il lavoro con l’estero. Nel 1956 acquista la “”Arredamento Lombardo””, società specializzata nella commercializzazione di tutto il tessile per l’arredamento. Prende così forma il “”Gruppo”” che si compone delle seguenti società e che ha fatturato nel 1992 circa 200 miliardi complessivamente: Limonta SpA, Limonta Wall Coverings SpA, Limonta Floor Coverings SpA, Arredamento Lombardo SpA, Tiba Srl, Tessitura di Lurago S.r.l.”

 

 

Pubblicato in: lavoro, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati