M.V. BRAMBILLA DALLA SICILIA:
“IO CI SONO, NON DIMENTICO
DI ESSERE UNA LECCHESE”

LECCO – “Sono stata, sono e sarò il parlamentare di Lecco e di tutta la provincia“. Così la deputata Michela Vittoria Brambilla, dopo la non scontata rielezione alla Camera nel profondissimo Sud, in Sicilia.

“Sono felice – spiega – di aver ottenuto la fiducia degli elettori per la quarta legislatura. Sono stata ministro e presidente di commissione bicamerale, ho rappresentato il paese per tre legislature e alla fine ho pensato che fosse arrivato il momento di presentarmi come candidato di tutta la coalizione, per trattare tra l’altro, con più forza, i temi che mi sono più congeniali: tutela dell’ambiente, della biodiversità e difesa degli animali. Ringrazio i leader di tutti i partiti del centrodestra che hanno convintamente condiviso la mia proposta”.

“Tra i collegi che mi sono stati prospettati ho scelto io Gela-Caltanissetta-Canicattì perché si tratta di un territorio che richiede molto lavoro e molto impegno su tanti argomenti con i quali mi sono misurata in passato, come la salvaguardia dell’ambiente, la difesa degli animali, il turismo. Ma è molto importante ribadire che io sono stata, sono e sarò sempre il parlamentare di Lecco e della sua provincia”.

“Dice la Costituzione – conclude l’on. Brambilla – che il parlamentare rappresenta la nazione e io ho sempre voluto dare alla mia attività politica una dimensione nazionale. Dimostra che è così il fatto di esser stata eletta, questa volta, in Sicilia. Ma è ovvio e naturale che io continuerò ad occuparmi anche del mio territorio d’origine, che amo e dove vivo con la mia famiglia. A maggiore ragione oggi che abbiamo la straordinaria opportunità di essere maggioranza di governo ed io sono il solo parlamentare lecchese a rappresentare tutto il centrodestra a Roma. Sono quindi a disposizione di tutti per assolvere ancora una volta questo importante responsabilità, da persona che ben conosce questa terra ed i suoi problemi”.

 

 

Pubblicato in: Calolziocorte, Città, Elezioni, Hinterland, News, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati