MALTRATTAMENTI SU MINORI:
UN PROTOCOLLO DELL’ATS BRIANZA

ats-lecco-1LECCO – Abuso e maltrattamento sui minori: le istituzioni del territorio protagoniste di un percorso formativo presso la sede di Lecco dell’ATS Brianza. In questi giorni il primo step, il primo percorso formativo relativo ai temi di abuso a livello interistituzionale. Coinvolte nell’evento formativo tutte le istituzioni e i soggetti firmatari del recente protocollo d’intesa per la tutela dei minori vittime di abuso e/o maltrattamento.

Oliviero Rinaldi, direttore socio sanitario dell’ATS della Brianza ha sottolineato che “la formazione è l’elemento fondamentale per la prevenzione degli abusi, gli adulti, le istituzioni devono essere pronti ad affrontare queste situazioni”. Rocco Briganti, presidente della Cooperativa Specchio Magico ha ringraziato “per l’impegno profuso prefettura , procura e questura e l’ ATS della Brianza e l’ASST di Lecco che hanno portato alla buona riuscita del progetto Coazione lo scorso anno. Ora lavoreremo insieme affinché il proseguimento di tale impegno porti alla realizzazione di un protocollo che incida sulla felicità dei bambini”.

Recentemente oggetto di presentazione alla Camera dei Deputati , lo scorso 19 aprile, quale buona prassi nazionale insieme al Progetto Porcospini, il protocollo prevede una serie di azioni congiunte a tutela dei minori, tra queste, la formazione e quindi il potenziamento delle competenze espresse dal territorio stesso. Proprio in sede di sottoscrizione, aprile 2015, su invito della prefettura e fortemente sostenuto da procura e questura, la direzione generale dell’ex ASL di Lecco nella persona di Massimo Giupponi, allora direttore sociale, ha raccolto l’impegno per la concretizzazione degli intendimenti contenuti nel documento stesso partendo proprio dalla formazione.

ats-lecco-2

Dopo una intensa e proficua fase di progettazione e sviluppo si è arrivati all’avvio di questa prima azione. Il percorso formativo, a cura della cooperativa sociale onlus Specchio Magico, incaricata nel protocollo della dimensione preventiva e formativa, e con la direzione scientifica del CISMAI (Coordinamento Italiano Servizi al Maltrattamento e Abuso all’Infanzia), prevede 5 giornate a partire dal 19 settembre che si concluderanno nel 2016 e tratteranno i seguenti temi: la violenza all’infanzia; gli strumenti operativi della prevenzione; abuso tra accompagnamento giudiziario, valutazione e percorsi di protezione e cura; la violenza assistita; i nuovi media tra prevenzione ed esposizione al rischio.

Ad aprire i lavori questa mattina Gloria Soavi, presidente di CISMAI, che ha dichiarato di condividere “con Specchio magico , il sogno di arrivare a proporre un progetto di legge sulla prevenzione della violenza all’infanzia. Per fare questo abbiamo bisogno di un confronto con tutti gli attori coinvolti”. Il percorso vedrà come relatori personalità di spicco sul tema degli abusi e alcuni tra i più significativi nomi in ambito italiano.

Questa formazione, che coinvolge operatori di procura, prefettura, questura, ASST e ATS e Specchio Magico, rappresenta il primo step e la traduzione operativa degli impegni presi dai firmatari del protocollo, una ulteriore dimostrazione di capacità del territorio a tutela dei minori con la prospettiva di continuare a crescere, potenziare e ad innovare le capacità e competenze espresse dai vari soggetti coinvolti.

 

 

Pubblicato in: Sanità, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati