MARIA ELENA BOSCHI A LECCO:
“POSSIAMO SCRIVERE LA STORIA”.
UN COMIZIO SENZA DOMANDE

maria elena boschi 2LECCO –  Si avvicina il momento del referendum costituzionale voluto dal Governo Renzi – sebbene la data ancora non sia stata stabilita – e per sostenere la bontà della riforma è arrivato oggi in città il ministro che ha dato il nome al testo. Maria Elena Boschi, ministro per le Riforme e i Rapporti col Parlamento, incontrerà in sala Ticozzi i sostenitori della sua riforma.

L’incontro organizzato dal comitato Basta un Sì inizierà alle 10.30 e Lecco News ha seguito il dibattito in diretta.

 

12.02 – L’inviato di Lecco News Fabio Landrini è l’unico dei giornalisti presenti ad avvicinare il ministro: C’è una data prevista per il referendum?” “Non ancora – risponde Maria Elena Boschi -, lo deciderà il Consiglio dei ministri”.

maria elena boschi brivio

11.55 – Maria Elena Boschi sta già lasciando sala Ticozzi. Davanti ad esponenti del Pd e del mondo economico lecchese – pochi i cittadini senza legami con la politica presenti in via Ongania – si è tenuto un breve comizio del ministro sulla sua riforma costituzionale anticipato dagli omaggi delle autorità. Nessuna domanda dai presenti, anche alla stampa non è stata concessa parola, nemmeno concordando in anticipo le domande.

11.43 – Il ministro ringrazia Lecco e lascia la parola ai deputati Tentori e Fragomeli.

11.35 – “Io credo che sia una riforma molto seria” sostiene il ministro sulla riforma che porta il suo nome e su cui i cittadini saranno chiamati a pronunciarsi. “Credo che tanti cittadini che non hanno mai votato Pd, diranno sì a una riforma che riduce i politici e razionalizza le spese. Noi manterremo la promessa, non come chi in passato l’ha solo dichiarato”.

11.27 – “La riforma riduce i poteri delle Regioni: spesso infatti hanno competenze simili allo Stato” è un altro degli obiettivi del documento che il ministro Boschi sta spiegando alla platea democratica lecchese.

maria elena boschi 311. 20 – Prende ora la parola il Ministro Boschi. “Possiamo scrivere insieme una nuova pagina della storia. Noi non tocchiamo la prima parte della Costituzione, il nostro obiettivo è rendere attuali i lavori perché abbiamo bisogno dii efficienza”.

11.15 – La mattinata prosegue con una sorta di dichiarazione pubblica dei singoli di adesione alla riforma. In sala Ticozzi questa mattina sono accorsi tutti i vertici del Pd locale e gran parte del mondo economico lecchese. Si nota invece l’assenza di esponenti degli altri partiti, più o meno vicini ai democratici, dagli alleati a Palazzo Bovara al centro destra alfaniano alleato di governo e sostenitore del Sì al referendum costituzionale.

11.00 – Parla anche Daniele Riva presidente della Camera di Commercio: “Alla Cciaa sono iscritte 33mila ditte e dall’anno scorso sono aumentati i numeri dell’export”. Insieme ad Api e Confindustria quindi anche Riva dà il suo endorsement alla riforma costituzionale.

10.55 – La parola passa al presidente della Provincia Flavio Polano: “Dobbiamo avere il coraggio di sostenere la riforma”.

maria elena boschi 2

10.50 – Il primo cittadino Virginio Brivio dà il benvenuto al ministro facendo notare che “oggi un amministratore locale ha bisogno di.una semplificazione che non sia una banalizzazione. Questa è l ultima occasione perché ci siano livelli chiari di decisionalità. Non rinneghiamo il passato, ma ora serve una modernizzazione“.

10.45 – ” Il nostro territorio ha fatto parte della costruzione della Costituzione” rompe il ghiaccio Addis.

10.40 – Il ministro Boschi è entrata nella sala che nel frattempo si è riempita dribblando stampa e politici. Sul palco la accolgono il presidente del comitato Vittorio Addis, il consigliere regionale Raffaele Straniero ed il deputato Gian Mario Fragomeli con Veronica Tentori.

maria elena boschi 1

10.20 – A pochi minuti dall’inizio dell’incontro sono un centinaio i presenti nel salone “don Ticozzi”, presidiato da una cinquantina di uomini delle forze dell’ordine. Presenti anche il sindaco Virginio Brivio, il segretario provinciale del Pd Fausto Crimella, il presidente della Provincia Flavio Polano, l’ex senatore di Valmadrera Antonio Rusconi e la deputata Veronica Tentori. Nessuna presenza di contestatori né all’esterno né all’interno.

 maria elena boschi platea

maria elena boschi palco 2

F.L. – C.C.

 

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati