MAXI SANZIONI PER GLI ASSEGNI
PRIVI DEL ‘NON TRASFERIBILE’.
IL PARLAMENTO SI MUOVE

Paolo Arrigoni in CMROMA – “Ultimamente diverse centinaia di cittadini sono stati ingiustamente accusati di attività di riciclaggio a causa della normativa che prevede che gli assegni bancari e postali emessi per importi pari o superiori a 1.000 euro debbano contenere il nome del beneficiario e la clausola di non trasferibilità. Il Ministero dell’Economia sta comminando per questo salatissime multe; per un pagamento di poco superiore ai 1.000 euro il cittadino subisce una sanzione da 3.000 a 50.000 euro, oppure se opta un’oblazione minima di 6.000”. Così il senatore della Lega Paolo Arrigoni, Questore a Palazzo Madama, ha commentato le gravi storture contenute in una norma del decreto antiriciclaggio del 2017 – testimoniate anche da un lecchese -, generando insostenibili sanzioni a danno dei cittadini.

> CONTINUA A LEGGERE su
link-valsassinanews

 

 

Pubblicato in: politica, Città, Hinterland, Valsassina, Lago, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .