MESE DEL CREATO: SUCCESSO
PER ‘UNA CALDA ATMOSFERA’
CON IL METEOROLOGO MERLETTO

LECCO – Venerdì 30 settembre all’Istituto salesiano di Lecco lo spettacolo “Una calda atmosfera”, proposto dal gruppo “Pace e Creato”. I valzer e le canzoni popolari dell’orchestra emiliana “La Rumorosa” si sono intervallati con l’esposizione scientifica del meteorologo sull’innalzamento repentino della temperatura negli ultimi trent’anni, e sui livelli altissimi di anidride carbonica.

Vittorio Marletto ha unito in una serata il lavoro della sua vita: le previsioni e gli studi sul clima con la sua passione. Si è infatti esibito anche come cantante e musicista. “Non sono due o tre rigassificatori – ha Marletto – che invertono la drammatica tendenza ambientale sotto gli occhi di tutti. Esiste un preciso studio scientifico che indica un piano di nuove fonti energetiche completamente rinnovabili, specifico per l’Italia. Occorre intervenire adesso”.

Don Walter Magnoni, parroco dell’Unità pastorale Madonna di Lourdes, ha ripreso proprio l’espressione del Papa: “Grido della terra”, da ascoltare insieme al grido dei poveri che subiscono per primi le conseguenze climatiche. L’iniziativa era inserita nel percorso del “Mese del Creato”, ricorrenza ecumenica, richiamata dai messaggi del Papa e dei vescovi italiani.

Ultima tappa del Mese del Creato sarà martedì 4 ottobre, alle 21, alla Chiesa di Bonacina con “Oasi di Pace”, l’appuntamento mensile di canti e preghiere per la pace. Nel giorno di San Francesco ascolteremo due testimonianze. Quella di suor Anna, insegnante salesiana in una scuola a Kiev che ci racconterà le tensioni di un intero anno e anche la sua storia personale: il viaggio per mettere in salvo l’anziana madre in Polonia. Sul fronte invece dell’accoglienza la storia di una famiglia che ha aperto casa a un giovane profugo. I canoni di Taizé saranno eseguiti dal Coretto di San Giovanni come forte invocazione alla pace in questo momento particolarmente drammatico.

 

Pubblicato in: Ambiente, Città, Cultura, Eventi, News, Religioni Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati