MIGRANTI/LA REGIONE “MINACCIA”
I SINDACI CHE LI ACCOLGONO
MA DIMENTICA LECCO

simona bordonali regioneMILANO – La giunta regionale torna a minacciare i sindaci dei paesi in cui sono presenti strutture di accoglienza per i migranti. Dopo le affermazioni di Roberto Maroni in campagna elettorale, ora è l’assessore alla Sicurezza e Immigrazione Simona Bordonali a prendere posizione sostenendo chiaramente che “chi ha risorse da spendere per accogliere i clandestini non ha bisogno dei finanziamenti della Regione Lombardia“.

La dichiarazione della Bordonali sorvola però sul fatto che le competenze dei sindaci in merito sono praticamente nulle, mentre la responsabilità è delle Prefetture che operano per emanazione del Ministero dell’Interno. Nell’elenco di città ove si starebbe alzando la protesta, inoltre, l’assessore esclude Lecco.

Ecco, integralmente, il comunicato dell’assessore regionale:

Da tutto il territorio lombardo si sta alzando un coro di protesta contro l’arrivo dei clandestini. Da Cremona, Lodi, Bergamo, Milano, Como, Brescia, diversi sindaci e comitati di cittadini stanno protestando contro le prefetture e contro le disastrose scelte del governo italiano. Sono chiari segnali di insofferenza. Il governo li ascolti oppure si ritrovera’ a dover affrontare dolorosi scontri sociali tra poveri. Bisogna smettere di promuovere bandi milionari per l’accoglienza, che vanno a ingrassare le solite cooperative, quando abbiamo una disoccupazione senza precedenti, cittadini lombardi che si suicidano a causa della crisi e sfratti dovuti a mancanza di risorse economiche“. Queste le parole dell’assessore alla Sicurezza e Immigrazione della Regione Lombardia Simona Bordonali in merito alla situazione dell’accoglienza in Lombardia.

“La Regione Lombardia fara’ il possibile per scardinare questo sistema. Dove necessario, effettueremo controlli sanitari nelle strutture dove vengono ospitati i richiedenti asilo. Nella concessione dei finanziamenti regionali daremo inoltre priorita’ ai Comuni con gravi problemi economici. Chi ha risorse da spendere per accogliere i clandestini non ha bisogno dei finanziamenti della Regione Lombardia” conclude l’assessore.

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Valsassina, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati