MONTE PIAZZO/QUANTI SORRISI
(DEI POLITICI) DOPO TANTA RABBIA
(DEGLI AUTOMOBILISTI)

DORIO – Grande spiegamento di sorrisi, completi blu e cravatte per la parata di autorità salite lungo la SS36 in occasione della riapertura della Galleria “Monte Piazzo Nord“. Presenti tra gli altri il ministro Lupi, il presidente dell’Anas Ciucci, il governatore Maroni, il Prefetto Bellomo, il presidente f.f. della Provincia Simonetti, sindaci e diversi altri “big” della politica locale e nazionale. Non sono mancate le polemiche: Simonetti ha attaccato l’Anas, Maroni ha criticato la mancata esposizione della bandiera della Regione.

MONTE PIAZZO RIAPERTURA

“Avanti con la realizzazione delle infrastrutture”, sulle quali “Regione Lombardia investe in maniera importante”, nonostante i continui e progressivi “tagli degli investimenti da parte dello Stato” ha detto mattina il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo alle celebrazioni per la (tardiva) riapertura della galleria. “La rete viaria principale lombarda – ha ricordato il governatore – supera i 12.000 chilometri, di cui 900 di strade statali e circa 11.000 di strade provinciali, oltre a 58.000 chilometri di strade comunali. Numeri, questi, che impongono costanti interventi di manutenzione e riqualificazione, per assicurare ai cittadini lombardi la sicurezza e la comodità negli spostamenti”.

MARONI MONTE PIAZZO INTERNOMaroni ha sottolineato la questione della manutenzione, chiedendosi cosa succederà sotto questo profilo dopo l’abolizione delle Province e ricordando che anche i Comuni “hanno difficoltà a reperire fondi” da destinare a questo capitolo. “La spesa per investimenti pubblici in infrastrutture italiana – ha sottolineato – è scesa dal 3,5 per  cento del Pil del 1981 al 3,1 per cento del 1991, al 2,4 per cento del 2001, all’1,7 percento”. In controtendenza, Regione Lombardia “ha contribuito alla realizzazione di importanti opere infrastrutturali” ha proseguito Maroni, ricordando il “tunnel Monza-Cinisello Balsamo, l’inaugurazione della nuova SS38 in Valtellina (in autunno cominceranno, invece, i lavori per la variante di Morbegno)”. “Il 23 luglio – ha aggiunto
inaugureremo la Brebemi e l’Arco Teem (tutta la Teem verrà realizzata entro Expo)”.

MONTE PIAZZO MARONIRealizzare le infrastrutture deve essere un “impegno che continua” ha proseguito Maroni, dicendosi certo che questo sarà l’impegno della Regione e anche del Governo nazionale, al quale è tornato a chiedere “attenzione per la realizzazione del ‘Peduncolo di Dervio‘” e ribadendo “la necessità di arrivare, entro pochi giorni, all’approvazione della defiscalizzazione della Pedemontana da parte del Cipe”. “Su questo punto – ha concluso – c’è l’accordo da parte di tutti, ci sono le risorse, manca solo un passaggio formale e burocratico, senza il quale però, tutto diventa più difficile”.

“La conclusione dei lavori nella galleria Monte Piazzo – ha spiegato il presidente dell’Anas Pietro Ciucci – è frutto dell’impegno dell’Anas e di tutte le Amministrazioni coinvolte. Gli interventi sono stati realizzati nel severo rispetto dei tempi, nonché con soluzioni di traffico capaci di limitare i disagi per gli utenti”.

 

 

 

Pubblicato in: Lago, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .