MORTE NEI BOSCHI DI PASTURO,
IN AULA IL PERITO: ”STAVANO LAVORANDO SENZA SICUREZZA”

LECCO – “Un cavo arrugginito e sfilacciato, un gancio in ferro inadatto per quel tipo di operazione – tanto che si sganciò perché era ancorato alla fune portante con un fermo di latta scadente. In più non c’era comunicazione tra chi stava a monte e chi era a valle”.

>>> L’ARTICOLO COMPLETO E’ SU VALSASSINANEWS.COM

 

 

Pubblicato in: Valsassina, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati