OLATE A 30 KMH: LA FORTINO
CONTRO GLI “SCIENZIATI
DELLA VIABILITA’ LECCHESE”

LECCO – “Forse il caldo estivo ha dato un’altra botta in testa agli “scienziati” della viabilità lecchese” attacca il Consigliere comunale PDL Angela Fortino. “Davvero i provvedimenti viabilistici dell’assessore Campione sono sempre più incomprensibili. Non è ancora finita la telenovela del  Ponte Vecchio e parte un’altra sperimentazione a Olate che procurerà innumerevoli disagi a residenti, ai commercianti della zona e al transito in generale”.

“Ma – si chiede poi la Fortino –  in un quartiere come quello di Olate dove il passaggio delle auto (tranne nelle ore di entrata e uscita dalle scuole) è decisamente limitato, dove non mi risulta che ci siano stati incidenti gravi anche se le strade sono anguste (come in tutti i vecchi nuclei), che bisogno c’era di andare a blindare tutta la zona con sensi unici che ti costringono a fare il giro del mondo prima di arrivare a destinazione? Ma quanto ci stanno costando queste inutili e incomprensibili sperimentazioni che nulla hanno a che fare con la razionalizzazione  della viabilità cittadina? E quanto tempo dobbiamo perdere per fare dei giri inutili e ridicoli? Ieri, per tornare ad  Acquate, son passata per caso dalla zona interessata e nn riuscivo più a uscirne; alla fine mi è toccato tornare allo stadio per  poi risalire. Roba da matti!”.

“Sono sempre stata contraria ai sensi unici nei quartieri – conclude il consigliere di opposizione – e continuerò ad esserlo tranne in quei casi in cui ci siano reali problemi di sicurezza. Chiedo che vengano interpellati i residenti per verificare utilità e funzionalità del provvedimento. Da parte mia totale bocciatura e richiesta di ripristino della viabilità originale”.

 

Pubblicato in: Lettere a LeccoNews, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .