OPERATO ALLA TESTA L’AGENTE
INVESTITO DA UN PUSHER.
CONTINUA LA CACCIA ALL’UOMO

identikit-agente-investito-mariano-comense-fb-2-okLECCO – È stato operato alla testa ed ora è in coma farmacologico al Sant’Anna di Como il poliziotto 33enne investito venerdì mattina da uno spacciatore che si è così sottratto all’arresto. In tutta la Lombardia è caccia all’uomo, l’accusa ora è tentato omicidio.

La vittima è un agente della Squadra Volanti di Lecco, ma aggregato alla Mobile, S.P., fresco sposo e con casa in città. Si trovava a Mariano Comense per arrestare una banda di spacciatori seguita da mesi. L’arresto dei due complici di Anime Soufiane, 19enne marocchino, non aveva dato problemi: gli agenti li hanno trovati in casa e ammanettati. Mancava il terzo, e lo hanno atteso in strada. Quando però l’auto della polizia ha tagliato la strada alla Seat Ibizia del pusher – racconta Roberto Canali per Il Giorno -, anziché consegnarsi il giovane ha ingranato la retro, travolgendo l’agente che si era ormai avvicinato alla portiera dell’auto, per poi investirlo una seconda volta nella ripartenza.

Il poliziotto è stato immediatamente soccorso dall’eliambulanza, le sue condizioni sono peggiorate col trasporto all’ospedale e si è così deciso per un intervento al cervello per ridurre il vasto trauma provocato dall’incidente. Anime Soufiane ha abbandonato la Seat poco lontano dal luogo del tentato arresto e si è dato alla fuga. Potrebbe essere ancora in viaggio come potrebbe invece aver trovato ricovero da qualche conoscente. Nessuna comunicazione ufficiale è giunta dalla Questura, tuttavia l’identikit del 19enne è stato diramato a tutte le Polizie del nord Italia mentre alcuni agenti lo hanno reso pubblico sui social network.

 

PRESO A MILANO IL PUSHER 
CHE HA MANDATO IN COMA 
L’AGENTE CHE LO ARRESTAVA

 

 

 
Pubblicato in: Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati