OTTO MARZO SCIOPERO GENERALE.
POSSIBILI DISAGI PER PENDOLARI
E NELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI

non una di menoLECCO – Ventiquattr’ore di scioperi e possibili disagi per l’otto marzo in tutto il territorio lecchese. La Giornata internazionale della donna sarà infatti un’occasione di mobilitazione femminista, proposta in Italia dalla rete “Non Una Di Meno” come protesta contro la violenza di genere.

Ad oggi hanno aderito diverse sigle sindacali, come Usi, Slai Cobas per il sindacato di Classe, Cobas, Confederazione dei Comitati di Base, Usb, Sial Cobas, Usi-Ait, Usb, Sgb e Flc Cgil.

rifiuti lecco piazza cermenati 1

Lo sciopero generale, come recita il sito del Comune di Lecco, potrebbe portare al verificarsi di “disservizi nella raccolta dei rifiuti e nella pulizia delle strade e alla chiusura del centro raccolta rifiuti di via Buozzi e dell’ecosportello di corso Promessi Sposi”.

Per preservare l’igiene e il decoro delle strade cittadine, Palazzo Bovara raccomanda di non esporre i sacchi né martedì sera 7 marzo, né mercoledì 8 mattina e di rimandare l’esposizione al turno di raccolta successivo, secondo la specifica categoria di rifiuti.

sciopero-treniAltro settore coinvolto nell’astensione dal lavoro quello dei trasporti. Per quanto riguarda Trenord lo scioperò è stato programmato da mezzanotte alle 21 di mercoledì 8 marzo, quindi il servizio regionale, suburbano, aeroportuale, così come la lunga percorrenza di Trenord, potrebbe subire ritardi, variazioni e cancellazioni.

Saranno rispettate le fasce di garanzia (6-9 e 18-21) e viaggeranno i treni considerati “servizi minimi garantiti” la cui partenza da orario ufficiale è prevista dopo le 6 e l’arrivo a destinazione finale entro le 9 e la cui partenza da orario ufficiale è prevista dopo le 18.

 

 

 

Pubblicato in: lavoro, Città, Hinterland, Valsassina, Lago, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati