PASSAGGIO A LIVELLO APERTO
TRA CALOLZIO E CISANO:
40 MINUTI FERMI SUL TRENO

CALOLZIOCORTE – Torna per un solo giorno d’estate il dispaccio da “Monte Marenzo solo andata”. questa voilta ci viene proposta la cronaca di un passaggio a livello aperto…

VENERDI 12 LUGLIO DISPACCIO ZERO
Monte Marenzo solo andata

Ore 7:03

Sul treno regionale 5033 Lecco Bergamo tra i passeggeri della carrozza 4.si parla delle vacanze imminenti, oggi ultimo giorno di lavoro e poi sole calma e serenità.

Nulla può scalfire lo zen delle onde che già si sentono in lontananza.

Chi va in Liguria, chi ha scoperto dopo il viaggio papale Lampedusa, chi ha dirottato il viaggio a Marsa Alam in una più tranquilla Marrakesh.

Sono le 7:12, lasciamo la stazione di Calolziocorte e già si sentono le fette di pane tostato e il salutare breakfast del Villaggio vacanze.

Fantastichiamo tutti. Testa tra le nuvole e sembra di sognare. Il treno sembra fermo non si sente nemmeno il mare. Siamo di fianco al cimitero ma è una coincidenza.

Ci ridesta la capostazione, una ragazza al primo impiego. Non si interrompono in questo modo le emozioni.

Siamo fermi veramente. Da quasi 10 minuti. Il Passaggio a livello è aperto. Non possiamo passare.

Sembra un ossimoro ed un controsenso.

5 minuti e arrivano i carabinieri poi ripartiamo.

Poco male Cisano è ha 100 metri. Sembra Orio al Serio, sembra l’aeroporto.

Passano i minuti, il treno stenta a decollare. Qualcuno si spazientisce chiede informazioni.

Sembriamo ripiombati indietro di un mese subito dopo la frana di monte Marenzo.

Se dovevi avere informazioni sulla circolazione dei treni potevi chiederlo a chiunque ma non ai ferrovieri. Non lo sapevano.

Ora è uguale.

Siamo fermi da oltre 20 minuti.

Partono le prime chiamate in ufficio.

“Arrivo tardi il passaggio a livello tra Calolziocorte e Cisano è su ma non ci passiamo”

“ a minuti forse ripartiamo ma non so quando arrivo in ufficio”

“ E’ già arrivato il cliente?

  • Quando arriva scusati e chiedigli se può attende sto arrivando

  • Cosa ha detto che ritarda per colpa di un problema al treno?

  • Richiamalo dille se è sul Lecco Bergamo 5033 delle 7:03 e se si su che carrozza, lo raggiungo, da fermo”

Due colleghi dell’aeronautica di Ghedi chiedono nuovamente informazioni. Senza successo.

La capotreno è disperata. E’ inesperta, non è ben chiara la catena di comando, non girano le informazioni, dal centro non l’ascoltano. Sembra il Governo Letta.

Sono ormai 40 minuti che siamo fermi.

Si scopre dopo che molti hanno alzato la voce e perso la pazienza (c’è una ragazza che ha perso anche la voce ma non la freschezza) che il prolungarsi dell’attesa era dovuto al fatto che dalla Caserma era inizialmente giunto per un equivoco, un solo carabiniere.

Non poteva presidiare i due lati di strada con le sbarre alzate. Ha dovuto attendere rinforzi

Sul treno ci si guarda e sorride “Ma non viaggiano sempre in coppia, di solito?”

Altro che Liguria, Lampedusa, Marsa Alam.

Voglio andare in vacanza almeno a Bergamo.

Va bene anche se non è Città Alta.

Finalmente si parte 42 minuti dopo.

Pubblicato in: Le serate di LeccoNews, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .