“PRESTO IL VIA AL RESTAURO
DELLE FALESIE LECCHESI”.
PAROLA DI ANTONIO ROSSI

rossi-pina-biaginiBARZIO – “Entro pochi mesi via al restauro delle falesie lecchesi”: Antonio Rossi, assessore allo Sport e alle Politiche per i Giovani di Regione Lombardia, ha fatto il punto sull’atteso progetto, avviato nel 2014 ai Piani di Bobbio, dove ha “inaugurato” il terzo educational per la stampa organizzato dal Collegio regionale Guide Alpine Lombardia. Le Guide quest’anno hanno scelto la Valsassina come location per coinvolgere giornalisti di diverse testate sul tema della montagna in generale e dell’arrampicata in falesia in particolare.

“Entro fine mese riceveremo il piano interventi da parte delle Comunità Montane e poi si partirà con i lavori che dovrebbero durare da ottobre a giugno del prossimo anno” ha annunciato Rossi. “Guardiamo ad Arco di Trento e a realtà simili, che hanno costruito attorno all’arrampicata un mondo che attrae. A Lecco gli elementi non mancano, dobbiamo valorizzarli. Questo è il primo accordo del genere in Italia, e vuole essere un esempio. Ne stanno nascendo altri in altre province e le Guide stanno dando un aiuto fondamentale nel raggiungere l’obiettivo finale: diffondere la voglia di andare in montagna e promuovere la bellezza del nostro territorio”.

Il progetto, il cui avvio è stato complicato dalla burocrazia e dalla gestione delle falesie, molte delle quali si trovano su territorio privato, prevede la riattrezzatura di molti itinerari su roccia nel territorio di Lecco, “al fine di offrire agli utilizzatori un terreno di gioco allestito in modo impeccabile, che tuttavia non vuole né può mai significare l’eliminazione della responsabilità dell’autoprotezione”. Per questo progetto, la Regione ha stanziato 400mila euro.

fabrizio-pina-guideL’educational è stato l’occasione per ufficializzare la nomina del nuovo presidente del Collegio delle Guide lombarde, il comasco Fabrizio Pina. Originario di Asso, è nel collegio dal 2008 ed è stato vicepresidente durante il mandato di Luca Biagini da cui ha raccolto il testimone. La sua candidatura era nell’aria da qualche mese.

“L’accordo di programma sulle falesie – ha spiegato Pina – è nato grazie all’iniziativa di un gruppo di arrampicatori lecchesi, che hanno coinvolto politici e opinione pubblica con lo scopo di creare turismo attorno alle falesie. Il Collegio delle Guide è entrato con il compito di scrivere le linee guida e creare una commissione tecnica di interventi. Un lavoro da “architetti” che poi tramite le comunità montane si traduce in interventi mirati sulle falesie del territorio, studiate una per una nel rispetto delle loro caratteristiche storiche e geologiche. L’obiettivo è promuovere e tutelare il territorio, facendo cultura di montagna: un po’ lo stesso obiettivo che abbiamo con questi educational per i giornalisti: fare formazione attraverso i professionisti dell’informazione”.

“Arrampicare è più semplice che camminare – ha detto Luca Biagini – . Mette in contatto con l’elemento: sulla roccia ci si muove a mani nude. E’ una sensazione talmente forte e coinvolgente che ha creato una storia a sè, e che coinvolge sempre più i giovani. Ma in montagna non c’è sicurezza, c’è solo accettazione o limitazione del rischio. Conoscere l’ambiente montano è fondamentale e la formazione deve passare dai professionisti”.

piccardi-maspes-pina-rossi-biaginiI giornalisti, ieri ospiti al rifugio Ratti Cassin, oggi hanno avuto un assaggio di arrampicata sulla roccia dello Zucco dell’Angelone, per capire dinamiche e pericoli dell’arrampicata in generale e di quella in falesia in particolare.

Il terzo educational per la stampa è stato organizzato dal Collegio regionale Guide Alpine Lombardia in collaborazione con l’Assessorato allo Sport e alle Politiche per i Giovani di Regione Lombardia. Come nelle precedenti edizioni, l’evento è stato voluto per sensibilizzare i giornalisti al tema, e fornire loro gli strumenti per fare informazione secondo l’approccio più corretto.

Con analoghe finalità è stata organizzata per domenica 16 ottobre una giornata di arrampicata aperta al pubblico: le Guide Alpine della Lombardia terranno lezioni gratuite in otto località dalla regione, tra cui due nel lecchese: Galbiate e la falesia del Vaccarese.

C. S.

Pubblicato in: Montagna, politica, Valsassina, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati