PRIMA CAMPANELLA AL PARINI,
STUDENTI E PROFESSORI:
“DISAGI RIDOTTI AL MINIMO”

parini-studenti-2LECCO – Ultimo primo giorno di scuola in provincia di Lecco. Questa mattina la campanella è squillata anche all’istituto Parini, dove sono in corso i lavori per mettere in sicurezza le aule con i soffitti a rischio crollo. Alle 10 sono entrati gli studenti più esperti, mentre alle 10.30 hanno fatto il primo ingresso i giovanissimi di prima superiore. Poi alle 13 l’uscita di tutti. Non tutti gli oltre mille ragazzi iscritti al plesso partecipano alle lezioni nell’edificio: sei classi sono infatti al vicino Badoni, cinque al liceo Grassi, quattro all’istituto Fiocchi  e altrettante alla Dante Alighieri. Tutti gli studenti iscritti al Parini, però, hanno iniziato stamattina.

“Abbiamo fatto una settimana di vacanza in più rispetto agli altri ragazzi, ma non è particolarmente rilevante – spiega Walter Barindelli, iscritto alla 5^ Sio –. In ogni caso i disagi sono stati relativi. È vero, alcune classi sono state trasferite nei laboratori al momento, ma siamo riusciti a svolgere le lezioni. Ora speriamo che la Provincia reperisca i fondi al più presto per finire così i lavori”.

parini-studenti-1È soddisfatta del primo giorno di scuola anche Ermelinda Minieri, professoressa di italiano e storia. “Ci siamo organizzati bene, riuscendo così a lavorare al meglio, nonostante tutti i problemi” racconta l’insegnante chiamata a fare la pendolare tra Parini e Badoni. Ma tira una frecciata a Villa Locatelli. “Il lavoro di cercare classi nelle altre scuole lo abbiamo fatto noi docenti – dichiara – e ora siamo riusciti anche a realizzare un orario  che evita i tempi morti durante i cambi dell’ora”. La settimana in più di vacanze estive, però, sarà un problema durante i prossimi nove mesi. “Salteremo tutti i ponti per rientrare nel piano di studi, quindi sia noi sia i ragazzi avremo meno pause. Però non ci lamentiamo”.

 

 

Pubblicato in: Giovani, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati