PROCESSO MAUGERI, IL PM:
“TOLTI 70 MILIONI AI MALATI
PER I SOLLAZZI DI FORMIGONI”

FORMIGONIMILANO – “Oltre 70 milioni di euro sottratti alle cure dei malati lombardi usati per finanziare i sollazzi dell’ex governatore lombardo Roberto Formigoni”. Lo dichiara il pm di Milano Laura Pedio, al processo con al centro la vicenda della fondazione Maugeri nel quale tra i dieci imputati figurano l’esponente lecchese Ncd (per cui la Procura ha chiesto una pena di nove anni), il faccendiere Pierangelo Daccò, l’ex assessore Antonio Simone e l’ex dg della sanità lombarda Carlo Lucchina.

Come scrive Repubblica, riprendendo le parole di Pedio, “milioni di euro pubblici finiti in una percentuale del 25% nelle tasche di Daccò e Simone per finanziare i sollazzi di Formigoni, dei suoi familiari e dei suoi amici”.  Il pm – che nella scorsa udienza aveva chiesto per l’ex governatore una condanna a nove anni – ha paragonato Formigoni all’ex senatore statunitense Duke Cunningham, condannato nel 2005 a 8 anni e 4 mesi per corruzione.

“Tra i pagamenti corruttivi – ha detto Pedio illustrando il caso Cunningham – c’erano un’imbarcazione per uso e divertimento del membro del Congresso, viaggi aerei, vacanze e anche oggetti d’antiquariato”.

Il Tribunale ha rinviato per le controrepliche delle difese al 15 e al 22 dicembre prossimi.

L’ARTICOLO COMPLETO SULLA VERSIONE ONLINE DE “LA REPUBBLICA”

 

 

 

Pubblicato in: politica, Sanità, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati