PROM: IL GALA DI FINE ANNO
AL POLITECNICO DI LECCO

LECCO – In conclusione dell’anno accademico al Polo Territoriale di Lecco del Politecnico di Milano il gala organizzato da Let’sPOLIt, associazione studentesca no profit volta a proporre iniziative culturali, sociali e aggregative agli studenti del Polo di Lecco.Si riaccendono i riflettori sul Polo Territoriale di Lecco grazie alla terza edizione del gala di fine anno “The Prom”, ballo studentesco in puro stile americano, che ha permesso agli ospiti di sfilare lungo il red carpet sfoggiando abiti da sera in piena eleganza.

Gli ospiti, seicento tra studenti, accompagnatori, docenti e rappresentanze delle istituzioni, hanno potuto godere di un ricco buffet di benvenuto, deliziati dall’accompagnamento musicale del giovane dj Giovanni Ripamonti, e, più avanti nella serata, del servizio bar e della musica da ballo di Giorgio Fachini. Il tutto si è svolto nell’aula magna del campus e del giardino antistante, appositamente allestiti con arredi, decorazioni luminose e postazioni fotografiche multicamera.

Il Prom però non è stato solo una circostanza atta a fare esperienza di un modello di festa inconsueto e un momento di convivialità a conclusione dell’anno accademico, ma anche, e soprattutto, un’occasione. Innanzitutto, un’occasione di incontro tra la comunità Politecnica e la società in cui è inserita: il ballo ha permesso di rafforzare il legame tra il Politecnico e le istituzioni lecchesi, grazie alla presenza del sindaco Mauro Gattinoni, e di fare conoscere la realtà cittadina ai numerosi ospiti giunti a Lecco per prendere parte all’evento. Inoltre, il gala è stato un’occasione per generare solidarietà nei confronti del popolo ucraino e per mostrare agli studenti che è sempre possibile compiere un passo verso una società più solidale: parte del ricavato della serata è stato infatti devoluto a favore dei progetti dell’associazione no profit “Cassago chiama Chernobyl” che da oltre vent’anni porta aiuti umanitari in Ucraina.

“È stato emozionante poter suggellare il ritorno alla vita di ateneo, dopo due anni di assenza forzata, con questo evento, che ha goduto fin dai primi passi di una partecipazione inaspettata sia da parte degli studenti che da parte di tutto lo staff che lo ha reso possibile. Con questo evento la nostra associazione studentesca Let’sPOLIt ha avuto modo di tornare in attività, riproponendosi come trait d’union tra la comunità Politecnica e la città di Lecco” affermano Massimo Locatelli e Caterina Magnoni, membri fondatori di Let’sPOLIt.

“Desideriamo ringraziare di cuore il Politecnico di Milano, la Direzione del Polo Territoriale di Lecco, il premuroso supporto di UniverLecco nella persona del Presidente, l’ing. Vico Valassi, gli studenti volontari del programma Leadership e il Comune di Lecco, che hanno apportato un indispensabile contributo alla realizzazione dell’evento” conclude Pietro Perego, rappresentante degli studenti del Polo di Lecco e membro di Let’sPOLIt.

 

Pubblicato in: Città, Cultura, Eventi, Giovani, News, Scuola Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati