QUOTE ROSA E PARITA’ DI GENERE: L’OPINIONE “DELLE TENTORI”

ROMA – Dopo la bocciatura in aula degli emendamenti su quote rosa e parità di genere nelle liste elettorali, siamo andati a raccogliere l’opinione di due cittadine impegnate in politica, che portano lo stesso cognome ma non sono parenti e militano pure in diversi schieramenti.

Tentori VeronicaVeronica Tentori, parlamentare del PD: “Penso che con la bocciatura degli emendamenti sulla parità di genere nella legge elettorale si sia persa una grande occasione. Purtroppo molti colleghi, nascosti dietro il voto segreto, hanno bocciato tutti gli emendamenti. Che delusione. Rispetto all’introduzione di quote rosa nella legge elettorale, argomento che ha generato ampio dibattito negli ultimi giorni, devo dire che la mia posizione è abbastanza netta. Ribadisco la mia convinzione che lo spingere verso una democrazia più paritaria a livello di genere sia una battaglia civile, in primo luogo contro le discriminazioni”.

tentoriArch. Virginia Tentori, responsabile club Forza Lecco :”Il principio d’inserire “per legge” donne nelle liste elettorali mi fa rabbrividire anche se devo testimoniare le concrete difficoltà per una donna di affermarsi a parità di condizioni” in politica ; del resto anche nella libera professione ho  riscontrato difficoltà analoghe. Quindi condivido fortemente lo spirito della modifica di legge proposta e non approvata, anche se il processo deve essere culturale e meritocratico , infatti non mancano gli esempi di esponenti femminili  all’altezza del loro ruolo e delle responsabilità che ne derivano. Infine se a livello nazionale si è arrivati fuori tempo massimo, mi pare giusto ricordare che in Regione Lombardia esiste il principio dell’alternanza di genere nella composizione delle liste elettorali grazie ad una legge del centrodestra che risale alla  fine del 2012.”

Paolo Baruffaldi

Pubblicato in: Cultura, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati