RANCIO, S. GIOVANNI E LAORCA:
SOLIDARIETA’ DA 200 FAMIGLIE
A TRENTA NUCLEI IN DIFFICOLTA’

san giovanni parrocchiaLECCO – Duecento famiglie della Comunità Pastorale “Beato Luigi Mazzucconi” di Rancio, San Giovanni e Laorca” impegnate nella solidarietà. I dati diffusi dal parroco don Emilio Colombo sono più che eloquenti “In una anno abbiamo raccolto per il Fondo di Solidarietà, trentamila euro, da Natale a Pasqua circa diecimila. Sottolineo il mio ringraziamento a tutte le famiglie che collaborano attivamente al progetto”.

Il Fondo di Solidarietà è uno strumento che si sta rivelando sempre più prezioso per tamponare la crisi visibile anche nei rioni lecchesi. San Giovanni, Rancio e Laorca non sono immuni dallo stato di bisogno e anzi si è registrato un aumento esponenziale delle richieste di aiuto “ Se fino al 2006 – prosegue don Emilio – le famiglie seguite erano sei o sette, adesso ne seguiamo almeno una trentina”.

Il Fondo funziona grazie alla generosità dei parrocchiani o di chiunque voglia contribuire, basta impegnarsi a versare una quota di dieci euro al mese per un anno, in modo da andare a costituire una cifra da dividere poi a seconda delle necessità comprovate di chi ne faccia richiesta.

Una organizzazione ormai assai diffusa in tutto il territorio cittadino dove coloro che si rivolgono alle parrocchie per un sostegno economico sono sempre più numerosi.

Anche in questo caso, come per esempio per la Caritas di Pescarenico o per la parrocchia dei Frati di viale Turati, la maggior parte delle richieste proviene dalla popolazione straniera. A San Giovanni un buon settanta per cento è costituito da cittadini non italiani, il resto da italiani. La piaga economica che continua a mietere vittime e a presentare casi di vera drammaticità.

Bianca Bardi
Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati